Dacia Arena simbolo di una partnership di successo

13 Marzo 2016

MFI-3003UDINE. Udinese Calcio e Dacia hanno presentato oggi, ufficialmente, il nuovo Stadio Friuli sponsorizzato Dacia Arena, una struttura moderna e polifunzionale, pensata ad hoc per i tifosi, le famiglie, le aziende. Molto più di un semplice stadio, un “teatro” in cui il “match-day” dura un anno intero. Otto anni per immaginarla, meno di due per edificarla. La struttura è oggi il fiore all’occhiello dell’impiantistica sportiva: un progetto realizzato in Friuli Venezia Giulia, che già si pone come modello di riferimento europeo. Dacia Arena rappresenta un ulteriore passo avanti nella partnership che lega Dacia e Udinese dal 2009: in Italia è il primo esempio di sponsorizzazione di uno stadio da parte di un brand automotive e, in Europa, l’unico esempio di sponsorship di uno stadio da parte di una Marca automobilistica che non ha siti produttivi nel Paese.

La sponsorizzazione del nuovo stadio da parte di Dacia rappresenta il coronamento di una fortunata partnership, giunta ormai al settimo anno, che basa il suo successo su una comunione di valori, quali generosità, essenzialità, entusiasmo e dinamicità. È un investimento destinato a durare nel tempo, la massima espressione dell’importanza e del valore della continuità nella collaborazione di Dacia con Udinese. «La collaborazione tra Dacia e Udinese Calcio vive oggi il suo momento più coinvolgente con la presentazione ufficiale della partnership per lo stadio. Siamo emozionati nel celebrare insieme al nostro sponsor questo impianto gioiello. Il nuovo Stadio Friuli sponsorizzato Dacia Arena è una struttura che arricchisce il territorio di prestigio e di servizi preziosi, per gli sportivi e per le famiglie. La firma Dacia sullo stadio è anche la conferma di come Udinese sia un club moderno, da sempre orientato all’innovazione e alla ricerca dell’eccellenza. A nome di tutta la Società ringrazio il management Dacia per la fiducia che ci ha confermato ed esteso con il suo supporto» ha dichiarato Stefano Campoccia, Vicepresidente di Udinese Calcio.

Dacia Arena - Udinese Juventus«Dacia Arena è un modernissimo impianto concepito ad hoc per le famiglie, con spazi ed attività dedicate, così come la gamma di automobili Dacia è espressamente pensata per la famiglia. Non è un caso che, insieme ad Udinese, abbiamo sviluppato quest’anno Dacia Family Project, un’inedita iniziativa- a cui si può partecipare fino al 15 marzo attraverso il sito www.daciafamilyproject.it – rivolta a tutte le neo famiglie che potranno vivere al meglio la loro passione sportiva all’interno di una cornice d’eccezione come quella di Dacia Arena» ha dichiarato Francesco Fontana Giusti, Direttore Comunicazione & Immagine di Renault Italia.

L’UNICITÀ DI DACIA ARENA
Il 23 giugno 2014 la posa della prima pietra, il 17 gennaio 2016 la “prima” con l’intera capienza. Queste le date chiave di un’opera che ha rivoluzionato il concetto di stadio e il modo di vivere il calcio. In meno di due anni è stata realizzata una struttura sostenibile, senza occupare nuovi spazi e con tecniche e materiali, molti dei quali riciclati, perfettamente compatibili con l’ambiente circostante. L’avveniristica architettura del rivestimento esterno (10.000 scandole di acciaio inox satinato), ha già fatto meritare al nuovo stadio l’appellativo di “diamante”, per la capacità della superficie di accogliere e riflettere la luce. 25.000 i posti a sedere, multicolore, tutti coperti e che assicurano una perfetta visuale sul campo, senza nessun ostacolo tra il pubblico e lo spettacolo; aree di intrattenimento con bar, ristoranti e servizi per i tifosi sono gli ingredienti principali che renderanno unica l’esperienza allo stadio.

Dacia Arena - Udinese JuventusIl nuovo concetto di hospitality soddisfa le attese dei tifosi più esigenti, offrendo loro la possibilità di vivere la partita ben oltre i novanta minuti di gioco, all’interno delle confortevoli ed accoglienti aree della Club House, un’ambiente che consente di trasformare il giorno della partita anche in un’occasione di public relations. Si tratta di un impianto sportivo polifunzionale, attivo sette giorni su sette, 365 giorni all’anno. Incontri aziendali, convegni, meeting, eventi promozionali e di formazione trovano l’ambientazione ideale nel moderno ed attrezzato Business Center, uno spazio che per le sue particolari caratteristiche esercita una forte attrattiva. In un futuro prossimo, 20.000 mq di aree coperte saranno destinate allo sviluppo di attività per l’intrattenimento, l’aggregazione, il fitness e la cultura. Il nuovo stadio si propone, pertanto, come una vera e propria cittadella ludica, a disposizione dei giovani, delle famiglie e di chiunque desideri trascorrere il tempo libero in modo unconventional ed autentico.

DACIA ARENA E LA SICUREZZA
La nuova struttura è stata progettata per offrire ai visitatori una sensazione di sicurezza ma con discrezione, senza che lo spettatore si senta ingabbiato da sistemi e dispositivi di vigilanza e controllo troppo invasivi. Un impianto di 250 telecamere a circuito chiuso trasmette le immagini dell’esterno e dell’interno dello stadio alla centrale operativa; in particolare, 200 telecamere sono in grado di monitorare i settori con un livello di precisione che consente di individuare, ed eventualmente identificare, ogni singolo spettatore.

DaciaArena16lb_00809Le nuove tribune sono adiacenti al campo, senza barriere e con un parapetto in vetro che in Curva Nord e Distinti non supera 1,10 metri di altezza (In Curva Sud e Settore ospiti 2,50 metri). Gli spettatori sugli spalti possono, così, godere dello spettacolo con una visibilità ineguagliabile, in totale sicurezza. Tra gli spalti e il campo da gioco non c’è nessun’altra barriera né rete ad ostacolare la vista, tanto meno “gabbie” per i tifosi ospiti, che possono invece beneficiare di un settore dedicato, in grado di accogliere fino a 1.300 persone. All’esterno, le cosiddette barriere “betafence” sono posizionate solo nelle isole di pre-filtraggio, nelle immediate vicinanze dei tornelli di ingresso, e non lungo tutto il perimetro dello stadio.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!