Zoppola: i Bassoni del Meduna non sono inquinati

12 Giugno 2019

ZOPPOLA. In relazione alla notizia apparsa recentemente sulla stampa della presenza di un liquido sospetto, apparentemente idrocarburo, nella zona magredile dei Bassoni del Meduna e conseguente possibile inquinamento dell’area, il sindaco Francesca Papais ritiene doveroso – si legge in un comunicato – ”rassicurare i cittadini di Zoppola e i frequentatori del sito sull’assenza di sostanze inquinanti nei Bassoni del Meduna in quanto si tratta di un fenomeno naturale”.

”Su segnalazione di un cittadino, il Comune di Zoppola – si legge ancora – aveva immediatamente attivato la procedura di verifica; con il supporto dei volontari della Protezione Civile aveva provveduto a circoscrivere l’area con appositi nastri segnalatori e a informare del fatto sia l’Arpa del Friuli Venezia Giulia che la competente Stazione Forestale. Le operazioni di campionamento sono state effettuate dall’Arpa. I risultati delle analisi sui campioni prelevati escludono ogni forma di inquinamento datosi che le striature presenti e, in qualche caso, iridescenti altro non sono che alghe.

L’Arpa, infatti, ha rilevato che la presenza di un gran numero di microorganismi fotosintetici molto vitali derivi da un fenomeno naturale di rigagnoli laterali e pozze formate dal corso d’acqua, ben esposti alla luce solare, ben ossigenati, ma con scarso ricambio idrico, tali da permettere la formazione di mucillaggini algali con successivo degradamento naturale della materia organica e lo sviluppo di una ricca comunità microbica. Si tratta, in buona sostanza, di fenomeni naturali che si sviluppano su fondo sassoso e con forte irraggiamento solare nei periodi di morbida”.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!