Un’edizione da ricordare

5 Giugno 2014

10291851_10203131538121750_2683658048997152957_nCODROIPO – Edizione positiva per Sapori Pro Loco, la manifestazione che ha permesso di assaggiare sul prato di Villa Manin le eccellenze enogastronomiche delle Pro Loco del Friuli Venezia Giulia nei due weekend compresi tra il 17 e il 25 maggio.

Organizzata dal Comitato Unpli Fvg insieme a enti e sponsor, ha visto anche un ricco programma di eventi collaterali dalla cultura alle produzioni tipiche fino alla musica. Nel 2015 l’obiettivo è richiamare anche visitatori dall’Austria.

Decine di migliaia le persone presenti alla manifestazione, provenienti non solo dal Friuli Venezia Giulia ma anche dal vicino Veneto. Oltre 11 mila i calici di vino rigorosamente Doc serviti dall’enoteca, senza contare i bicchieri, anch’essi espressione dell’eccellenza vinicola del territorio, ordinati nei singoli stand. Gran successo per tutte le 100 pietanze tipiche proposte dalle 40 Pro Loco presenti, tutti esempi della tradizione gastronomica e che si possono gustare nuovamente durante l’anno nella sagre organizzate in Friuli Venezia Giulia.

Da segnalare i record di consumazioni dell’ultima domenica (25 maggio) per il Ragognocco della Pro Ragogna (cestino di frico con gnocchi) con 2.500 mila porzioni servite (per un totale di 4.200 in tutta la manifestazione); per le pomelle (frittelle di mele) della Pro Loco Pantianicco con 1.900 (in totale 3.300); per il frico di vari gusti dal classico al piccante della Pro Loco Flaibano con 2.400 (record giornaliero assoluto fin dalla prima partecipazione a Sapori Pro Loco); per il prosciutto crudo di San Daniele proposto dalla Pro Loco cittadina con 1100 porzioni; per le 1.800 porzioni di costa alla fiamma cucinata in piedi della Pro Loco Montegnacco (totale 3.300). Numeri che indicano come l’edizione 2014 di Sapori Pro Loco sia stata particolarmente affollata.

Ma Sapori Pro Loco è stato anche uno spazio di approfondimento grazie ai quindici i convegni tenutisi nello Spazio incontri al centro dell’area festeggiamenti, dove l’Ersa ha illustrato le sue attività per la promozione dei sapori tipici locali, si è dato spazio alle attività turistiche delle Pro Loco (da quelle per l’imminente Centenario della Grande guerra ai Borghi più belli d’Italia) all’ecosostenibilità delle sagre e alla loro promozione su web e social network.

Inoltre, divertimento con un centinaio di eventi culturali collaterali dalla musica al teatro non solo a Villa Manin (tra concerti di bande ed esibizioni di sbandieratori) ma anche nei paesi limitrofi (a partire dai concerti corali). Da non dimenticare che la stessa Villa Manin ha aperto ad accesso gratuito il suo parco secolare e ha prolungato l’orario di apertura delle mostre con biglietto a prezzo ridotto per integrare la sua proposta con quella della manifestazione.

Un successo confermato anche dai dati sul web. Dal 12 maggio, data di presentazione del programma, oltre 9mila utenti rilevati sul sito e più di 23mila visualizzazioni, con 1.500 download del programma in pdf. Su Facebook la pagina ufficiale Sapori Pro Loco ha totalizzato 1.400 nuovi mi piace (1.800 totali), con una portata totale, grazie alle interazioni degli utenti, a che ha raggiunto oltre 27mila persone sul social network.

Su Twitter invece sono stati oltre 300 i tweet con l’hashtag #SaporiProLoco nell’ultimo mese, mentre su Instagram le foto con lo stesso tag e con quello #SaporiProLoco2014 sono state 173.

“Un successo – ha commentato il presidente del Comitato Unpli Fvg Valter Pezzarini – con un ottimo riscontro di presenze. Molte Pro loco hanno esaurito più volte le scorte giornaliere, segno di come le proposte culinarie siano molto piaciute. In molti mi hanno fatto i complimenti per quella che, hanno detto, è una festa affollata ma estremamente ordinata, in cui ognuno aspetta il suo turno e condivide con gli altri il piacere di stare assieme. Un ringraziamento a coloro che hanno reso possibile tutto ciò, a partire dai volontari, anima di questa festa. Abbiamo lasciato già 48 ore dopo la fine di SaporiProLoco il prato di Villa Manin come lo avevamo trovato, pulito e in ordine”.

“Per il prossimo anno – ha concluso Pezzarini – ci piacerebbe aumentare i flussi turistici dall’Austria, dove siamo convinti la nostra proposta enogastronomica può trovare ancora di più estimatori. Il tutto in linea con il nuovo piano turistico regionale 2014-2018, del quale il sistema delle Pro Loco, a detta dello stesso presidente Serracchiani e del suo vice Bolzonello durante la manifestazione durante le loro visite, sono un asse portante. Vogliamo proporre ad ancora più turisti questa esperienza emozionale legata alle eccellenze enogastronomiche”.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!