Una app per Cividale

23 Febbraio 2014

CIVIDALE. Pronta per il lancio la nuova app del Centro commerciale naturale di Cividale. Il via ufficiale a questo nuovo strumento tecnologico, capace di assicurare una grande visibilità alle 39 attività commerciali della Città Ducale che hanno aderito al progetto, è fissato per il 1° marzo.

App Centro commerciale CividaleRealizzata da Università di Udine, Centro Polifunzionale di Gorizia e fortemente voluta dal Comune, la app è stata di recente illustrata in municipio dalla responsabile scientifica del Laboratorio di ricerca “Sasweb”, Antonina Dattolo, che ha sottolineato le potenzialità di questo progetto soprattutto nel settore della promozione delle attività commerciali nei confronti del turista, ipotizzando anche le successive fasi di sviluppo.

L’applicazione si chiama “Cividale e il centro commerciale naturale, innovazione e promozione – un progetto pilota”. La schermata iniziale presenta le attività divise per categorie – si va dall’abbigliamento alle farmacie -, nonché servizi di utilità e informazioni turistiche. Presenti anche i profili delle istituzioni culturali della città, quindi i musei, il Monastero/Tempietto Longobardo e i percorsi turistici. Il progetto è stato seguito dal punto di vista tecnico dall’assessore all’Innovazione tecnologica Flavio Pesante, in collaborazione con l’assessore al Turismo e alle attività produttive Daniela Bernardi. «Più arricchiamo la scheda della nostra attività – commenta Bernardi -, più promuoviamo tutto il sistema, con una app vivace e utile, e con un flusso maggiore di utenti in città». Anche la Confcommercio, che ha un ruolo fondamentale nel Centro Commerciale Naturale, attraverso i suoi referenti ha confermato la sua disponibilità a sostenete le attività commerciali nell’aderire al progetto e a implementare le schede.

«Un ringraziamento particolare – aggiunge Bernardi – va ai commercianti per la loro fiducia nel progetto finanziato dalla Regione Fvg e sostenuto dal Comune, che vede nascere un nuovo modo di proporre il territorio e le attività del territorio. Grazie ad Antonina Dattolo e al suo staff si è sviluppato un software dedicato alla nostra città, ai commercianti e in particolare ai nostri ospiti, che sempre più numerosi e “tecnologici” vengono a trovarci e rapidamente vogliono sapere l’offerta territoriale».

«Un lavoro minuzioso, aperto a modifiche e integrazioni – sottolinea l’assessore Pesante – che ogni singolo aderente alla convenzione, in autonomia e con la supervisione dei funzionari incaricati, potrà costantemente effettuare. È utile poter avere “a portata di click” promozioni, saldi, mostre, presentazioni e quant’altro. La nuova app, poi, potrà essere visualizzata e utilizzata dai più avanzati strumenti quali tablet, smartphone, pc, netbook, notebook – precisa l’assessore -. Ulteriore punto di forza sono i nuovi hot-spot wi-fi installati in vari punti della città e in particolare Piazza Duomo 1, Piazza Paolo Diacono 10 (ce ne sono 2), Via Silvio Pellico 16, Corso Paolino d’Aquileia 2 (tre), Piazzetta Chiarottini 5 (cinque), Piazzetta Leone Morandini 1 (Belvedere), Piazzetta San Biagio 8, Via Monastero Maggiore 13, Via Monastero Maggiore 42».

La rete degli attuali hot-spot FvgWiFi convoglia il traffico dati sulla connessione telematica Rupar/Ermes, senza costi a carico dell’Amministrazione Comunale; essi sono identificati in zona con apposita segnaletica e sono in fase di trasferimento su questa linea anche i precedenti punti di accesso a carico del comune, così da avere un’unificazione nell’unica rete regionale, di tutti gli hot – spot installati ed un’unica forma di accreditamento per l’accesso alla rete. Un importante intervento che potrà essere incrementato negli anni (in base alle possibilità di bilancio) fino a coprire l’intero centro storico della Città Ducale.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!