Trenta nuovi occupati a Meduno per Roncadin

12 Luglio 2015
3810_bassa_Roncadin

Dario Roncadin

MEDUNO – Aumenta la produzione nello stabilimento della Roncadin SpA e, così, aumenta anche l’occupazione. L’azienda di Meduno (Pordenone), infatti, a luglio farà partire una nuova linea che, quando sarà a pieno regime, sfornerà 90mila pizze surgelate al giorno, che si aggiungeranno alle 300mila prodotte dalle tre linee attuali. Per sostenere l’aumento dei volumi sono già state inserite 30 persone nello stabilimento, grazie anche alla formazione realizzata nell’ambito del progetto PIPOL della Regione Friuli Venezia Giulia.

«Tramite il Piano Integrato di Politiche per l’Occupazione e il Lavoro (PIPOL) della Regione abbiamo formato e selezionato parte del personale di cui abbiamo bisogno per aumentare la produzione –spiega l’amministratore delegato Dario Roncadin–. Al momento 30 persone sono state inserite per lavorare alla nuova linea, che partirà da luglio». I lavoratori inseriti con il progetto PIPOL hanno seguito il corso “Realizzare prodotti di pizzeria”, della durata di due settimane, finanziato dai progetti Garanzia Giovani e Occupabilità, promossi dal Fondo Sociale Europeo. Tra le persone selezionate, il 75% è donna e l’età media è 35 anni.

Con la realizzazione della nuova linea produttiva la superficie dello stabilimento Roncadin è aumentata di 5.000 metri quadrati, per un totale di 22.000 metri quadrati. La produzione, una volta a pieno regime, passerà da 300mila a 390mila pizze al giorno. «E non intendiamo fermarci qui –annuncia Dario Roncadin–. Abbiamo un piano di sviluppo di medio-lungo periodo, dal 2015 al 2020, che porterà la produzione a 500mila pizze al giorno. Vogliamo infatti aggredire in maniera più significativa i mercati esteri come gli Stati Uniti e l’area asiatica, paesi in cui il prodotto alimentare italiano è in fortissima crescita».

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!