Sport senza età: iniziativa di successo

24 Dicembre 2011

Si è conclusa l’iniziativa “Sport senza età”, che con quattro tappe di cui l’ultima martedì 20 dicembre a Trieste, presso l’Università della Terza Età dott. Dobrina, alla presenza del Presidente ing. Lupatelli, oltre che degli studenti “over” e dei relatori. L’iniziativa, di cui saranno consultabili on line tutti gli atti sul sito www.piubelloinvest.com, è stata realizzata con il contributo della Regione FVG e organizzata dall’Associazione Dilettantistica Polisportiva WLM per far conoscere ed apprezzare agli anziani i vantaggi di una sana attività fisica nella terza età. L’iniziativa ha beneficiato della collaborazione scientifica dell’Università degli studi di Udine, grazie ai Corsi di Laurea in Scienze Motorie e di Laurea Magistrale di Scienza dello Sport.

Nel concreto “Sport senza età” si è sviluppata con una serie di incontri-conferenze che hanno abbracciato la popolazione anziana della Regione: da Gemona del Friuli, ospiti dei Corsi di laurea ad indirizzo sportivo, a Cormons, per poi toccare Maniago ed infine Trieste, grazie alle diverse Università della Terza Età, partner organizzativi nelle relative province. I vantaggi di una sana attività fisica nella grande età sono stati esposti alle diverse platee, con una prospettiva tridimensionale grazie ai contributi di vari approcci, ben correlati fra loro: ricchi di spunti poco noti e quindi molto apprezzati sono stati quelli dei dottori Claudio Bardini, Francesco Milano e della dott.ssa Tamara Tosoni, sulle diverse discipline e pratiche per avvicinarsi all’attività fisica o per svolgerla comodamente a casa propria anche nelle faccende quotidiane, mentre è toccato al prof Pietro Enrico di Prampero ed alla dott.ssa Elisa Guatto convalidarle, quanto a benefici metabolici, articolari, muscolari, neurologici specie quando preventivi su traumi e malattie degenerative, aspetti questi trattati anche dal dott. Luca Nogaro, con un approccio di tipo osteopatico. Il dott. Paolo Crozzoli ha invece rivelato quanto incida una sana attività fisica sui movimenti che regalano una guida sicura.

La partecipazione alle conferenze, ad ingresso libero e gratuito, rese possibili anche grazie alla collaborazione del CSI regionale e dell’Istituto Comprensivo di Tavagnacco, ha sigillato il successo, collezionando il miglior complimento sul campo, con la palpabile soddisfazione e riconoscenza dei partecipanti e confermando il pieno raggiungimento degli obiettivi didattici per cui l’evento è nato: farsi concreto e credibile portavoce di una nuova abitudine che contribuisca alla salute dei nostri anziani, ossia quella dell’attività fisica.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!