Sport è movimento e salute entra nel vivo delle attività

18 novembre 2017

MOGGIO. Continua l’attività divulgativa in sala e pratica nelle palestre del progetto che promuove l’attività motoria per gli anziani; progetto della Provincia di Udine denominato Sport è movimento e salute. Alle 11 di lunedì 20 novembre al Centro di Aggregazione Giovanile di Via Roma a Moggio si terrà la conferenza di presentazione al territorio alla presenza del sindaco Giorgio Filaferro e del suo collega di Resia Sergio Chinese. La Provincia sarà rappresentata dagli Assessori Asia Battaglia e Beppino Govetto che porteranno il forte messaggio di questa iniziativa che da tre anni è primaria nel settore per tipologia e peculiarità anche e soprattutto scientifiche grazie al responsabile progetto Claudio Bardini dell’Università di Udine, che sarà coadiuvato dal prof. Duilio Tuiniz, il quale porterà il suo “sapere” in materia di prevenzione delle malattie cardiovascolari.

Mentre a Pontebba e Tarvisio sono già in programma le lezioni pratiche, tutte a partecipazione gratuita, lo start delle attività in palestra in questa zona sarà il 23 alle 10.30 nella frazione di San Giorgio di Resia, in Via Prato 7/B, mentre sempre al Centro di Aggregazione Giovanile di Moggio si inizierà mercoledì 29 alle 10.30. Gli appuntamenti saranno tre, uno per settimana nello stesso giorno, per singola cittadina.

Dopo le presentazioni e i convegni scientifici nel salone del consiglio della Provincia e nel Comune di Tarvisio, ove già sono in programma le lezioni sul campo, ecco che è la volta del Comune di Pontebba che diventa attore protagonista sotto l’ala del Sindaco Ivan Buzzi mettendo a disposizione degli anziani la palestra delle scuole di Via Zardini in tre lunedì, 20-27 novembre e 4 dicembre alle 17. Un laureato in Scienze Motorie guiderà i partecipanti verso quel cammino fisico ed alimentare che non può altro che garantire loro una vita migliore. Il professor Claudio Bardini quale responsabile scientifico del progetto chiosa: “E’ una terza edizione ricca di soddisfazioni perché è cresciuto esponenzialmente il numero di anziani che rispondono alla nostra proposta di apprendere le attività motorie, spesso realizzabili anche in autonomia a casa o all’aperto, che non posso che giovare alla salute ed allungare l’aspettativa di una una sana vita in vecchiaia”.

Condividi questo articolo!