Si prepara la prima Asta regionale del legno di pregio

1 Ottobre 2015

UDINE. Venerdì 2 ottobre alle 10 nella sede di Udine di Confindustria (palazzo Torriani, largo Carlo Melzi 2) conferenza stampa in cui saranno illustrate le motivazioni e gli obiettivi della 1^ Asta regionale del legname di pregio che si terrà ad Ampezzo, nei giorni 11 e 21 novembre e della prima Festa del boscaiolo (Fieste dai menaus) che si terrà, sempre ad Ampezzo, il 20 e 21 novembre. Sono previsti gli interventi di Roberto Snaidero, presidente nazionale di FederLegno; di Ermes De Crignis, presidente della cooperativa Legno Servizi di Tolmezzo (il più importante operatore forestale del Fvg) e del sindaco di Ampezzo, Michele Benedetti.

Il volume di legname friulano commercializzato mediamente da Legno Servizi supera i 22.000 metri cubi l’anno. Il prezzo medio di vendita è migliorato, passando dai 70,66 euro/mc del 2013 ai 72,42 euro/mc (+2,49%) del 2014. Il legname prelevato dai boschi regionali è rimasto in Fvg per il 57,06%. In particolare, il 51,35% del legno tagliato è rimasto in provincia di Udine. I maggiori acquirenti sono state le segherie (52,17%) e i grossisti (40,59%), mentre la gran parte del legname è stato tagliato da ditte locali (del Tarvisiano, della Carnia e del Pordenonese).

Il Friuli Venezia Giulia ha una superficie boscata di circa 300 mila ettari di cui il 93% in montagna e il 7% in pianura. Sotto il profilo economico, i boschi della regione rappresentano un patrimonio di circa 45 milioni di metri cubi di legname. La crescita annua di questo capitale è pari a circa 1 milione di metri cubi. Ogni anno vengono tagliati circa 200mila metri cubi di legname per un valore all’imposto di circa 12 milioni di euro. Le imprese della filiera bosco sono 506 in montagna e occupano 1.222 addetti. Nel settore delle utilizzazioni boschive operano 180 imprese e 400 addetti.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!