Ricostruzione, esempio per far uscire il Friuli dalla crisi

21 Marzo 2016

TOLMEZZO. “Se forze produttive, sociali e politiche, con la regia della Regione, sapranno ritrovare l’unità degli anni della ricostruzione, il Friuli uscirà rafforzato da questa crisi economica”. E’ questo l’appello del presidente di Confartigianato Udine Graziano Tilatti alla festa di san Giuseppe Artigiano a Tolmezzo, nel corso della quale sono stati premiate 34 imprese. Un appello non solo condiviso dal vice presidente della Giunta regionale Sergio Bolzonello, ma anche rilanciato: “La Regione oggi delega al sistema dei sindaci e delle imprese competenze con lo spirito di allora, quando si sono superati gli interessi personali”. Anche l’appello ai valori e all’unità è stato condiviso da Bolzonello: “Occorre lavorare tutti assieme per tenere unita questa terra nella valorizzazione delle peculiarità, unico modo per dimostrare che meritiamo la specialità”.

La festa, presentata da Bettina Carniato e Claudio Moretti e durante la quale si è esibito anche il gruppo “Doro Gjat Live Band”, si è svolta fra premiazioni e interventi. Nata per valorizzare pubblicamente i tanti imprenditori che ogni giorno sono protagonisti dello sviluppo economico e sociale della propria comunità, creano benessere collettivo e generano occupazione, quest’anno si è svolta nell’auditorium comunale di Tolmezzo, nel 40° anniversario del terremoto che sconvolse il Friuli nel 1976 anche “per delineare assieme le politiche di sviluppo economico da attuare congiuntamente per poter uscire dalla crisi”.

E così nel corso della mattinata sono intervenuti Roberto Vicentini, presidente zonale dell’Alto Friuli di Confartigianato (ha rivolto un appello per sostenere la Carnia in questa grave crisi); Francesco Brollo, sindaco del comune di Tolmezzo (ha ringraziato Confartigianato per aver scelto Tolmezzo); Leonardo Barberio, assessore alla Provincia di Udine (“finché ci saremo, saremo a fianco delle imprese”) e Giovanni Da Pozzo, presidente della Camera di commercio di Udine, che ha evidenziato la centralità nel sistema economico friulano del sistema della piccole e medie imprese, che ne rappresenta la stragrande maggioranza. L’avv. Claudio Beorchia infine ha ricordato i punti salienti dell’operato del sen Michele Gortani, già senatore della Repubblica, e il suo impegno a favore dell’artigianato e della montagna friulana. Fra i presenti il Vice Questore aggiunto della Polizia di Stato dottor Alessandro Miconi.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!