Resistenza in festa n.10 torna al Parco Rubia – Pradamano

22 Aprile 2017

UDINE. Resistenza in festa compie 10 anni. Il tradizionale appuntamento che si svolge ogni anno dal 2007 organizzato dalla Sezione Anpi “Città di Udine”, riunisce tutti coloro che, dopo le celebrazioni ufficiali del mattino, vogliono continuare a stare insieme intorno a un tavolo, magari in compagnia di qualche partigiano o partigiana. Anche quest’anno ci si ritroverà al Parco Rubia di Pradamano. Lo spazio, già utilizzato per l’organizzazione di numerose altre feste, prevede un’area al coperto per garantire la riuscita della manifestazione anche in caso di maltempo.

Coro popolare della Resistenza

A partire dalle 13 sarà possibile pranzare a prezzi popolari e con un menù piuttosto ricco, mentre i più piccoli potranno divertirsi nell’area attrezzata con i giochi. Nel pomeriggio, a partire dalle 15, si potranno ascoltare alcune canzoni tipiche del repertorio della Resistenza italiana e dell’Emigrazione eseguite dal Coro Popolare della Resistenza. La festa continuerà con la musica d’autore di Rocco Burtone & Arno Barzan, consolidato duo udinese che proporrà al pubblico del Parco Rubia i successi dei grandi cantautori italiani, ma anche brani internazionali. Durante la giornata sarà anche possibile iscriversi all’Anpi, sodalizio che raccoglie non solo gli ex combattenti ma anche tutti coloro che condividono i valori dell’antifascismo, e scoprire le ultime pubblicazioni dell’associazione tra cui il volume “Fascismo e Liberazione in italia e nella nostra regione”, scritto dal dottore di ricerca in Storia contemporanea, Ivan Buttignon, e curato dal Comitato Regionale ANPI del FVG, per la collana “Quaderni della Resistenza per i giovani”

Per quanto riguarda la cerimonia ufficiale del 25 aprile a Udine, la celebrazione inizierà alle 10.30 con i discorsi ufficiali in piazza Libertà affidati al Sindaco Furio Honsell, allo studente Giacomo Togni e al rappresentante sindacale Gianni Petteni. Nella seconda parte della giornata, alle 11.30 presso il Monumento alla Resistenza di piazzale XXVI Luglio, sarà possibile ascoltare i rappresentanti e le rappresentanti del Consiglio comunale dei ragazzi, che interpreteranno in maniera originale un testo nato dalla loro riflessione su temi come la memoria, la solidarietà e la pace veicolati dalla Costituzione, con il coordinamento del rapper friulano DJ Tubet. Subito dopo gli attori e le attrici del Palio teatrale studentesco di Udine racconteranno storie di emigrazione friulana partendo dall’articolo 35 della Costituzione. Il Coro Popolare della Resistenza accompagnerà gli interventi con canti di Resistenza e canti di Emigrazione italiani.

Eventi collaterali in città
La festa della Liberazione a Udine non si riduce alla sola giornata del 25 aprile. L’Amministrazione comunale, in collaborazione con l’Anpi, promuove infatti diverse iniziative nei quartieri cittadini. Il primo incontro si è svolto venerdì con le scuole Carducci di Paderno e Zardini di Cussignacco. Si proseguirà lunedì 24 aprile con la cerimonia in ricordo dei Caduti dei Rizzi alle 16 e con quella in borgo Villalta alle 18, in cui verranno ricordati i 22 Caduti del quartiere con un corteo che parte dal cortile del Liceo Percoto fino a giungere, in via Anton Lazzaro Moro, alla lapide in onore di G. B. Periz “Orio”, medaglia d’argento della Resistenza. Interverranno il Sindaco Furio Honsell, la Presidente dell’Anpi di Palazzolo, Caterina Vignaduzzo e il dottorando in studi storici, Andrea D’Aronco.

La stessa sera alle 21 il Comune di Udine organizzerà una cerimonia di fuochi aerei tricolori sparati dal colle del Castello, per commemorare i 29 partigiani fucilati nelle carceri di Udine il 9 aprile 1945. Il ritrovo è in piazza Libertà per ricordare i loro nomi e per cantare qualche canzone assieme al Coro Popolare della Resistenza. A Cussignacco verrà celebrata anche quest’anno, la mattina del 25 aprile alle 8.30, una messa seguita da corteo e deposizione di corone in ricordo del partigiano Mario Foschiani “Orio” e degli altri Caduti per la libertà. Un altro incontro con le scolaresche è previsto per mercoledì 26 aprile alle 9 nella scuola Pellico di S.Osvaldo, in cui verrà deposto un mazzo di fiori alla targa, inaugurata lo scorso anno, in ricordo della partigiana Rosa Cantoni “Giulia”.

Eventi nella provincia di Udine
Anche in svariati comuni della provincia friulana si organizzano manifestazioni per celebrare il 72° anniversario della Liberazione. Ad Ailello il 21 aprile la settimana della Resistenza si è aperta con il concerto del Coro Popolare della Resistenza per poi proseguire il 22 con la cerimonia commemorativa presso la lapide in ricordo dei partigiani del territorio, in collaborazione con l’Associazione Culturale “Tra Storia e Memoria”. I più giovani verranno coinvolti invece nel progetto intitolato “La memoria si incontra per strada”, un percorso in bicicletta per gli studenti delle scuole secondarie di primo grado di Aiello e Perteole di Ruda sui cippi dei partigiani uccisi. Sabato 22 ad Aquileia, presso monumento alla Resistenza di via Fermi, le ragazze e i ragazzi delle classi terze della scuola secondaria di 1° grado di Aquileia hanno ricordato l’anniversario della Liberazione con le loro letture e riflessioni nate all’interno del percorso didattico promosso dall’Anpi di Aquileia, in collaborazione con la Fondazione “Valmi Puntin” e con l’Istituto friulano per la storia del movimento di liberazione.

Il 22 aprile è la giornata scelta anche dalla locale sezione Anpi di Manzano per l’intitolazione del parco giochi di via della Libertà al partigiano Nello Menotti “Puppo”, Medaglia d’argento al Valor Militare, alla presenza della Presidente della Regione, Debora Serracchiani, del Sindaco Mauro Iacumin e del Presidente dell’Anpi locale, Olvi Tomadoni. Da segnalare anche l’incontro del 24 aprile alle 20.30 al Parco Sartori con la proiezione del filmato “Storie da Doberdò”, curato dagli studenti del Liceo delle scienze Umane “C. Percoto” di Udine, in collaborazione con l’istituto Friulano per la storia del Movimento di Liberazione, che hanno ricostruito, attraverso le interviste ai testimoni della guerra partigiana, le vicende di una comunità che partecipò interamente alla Resistenza. L’Anpi di Pozzuolo ha organizzato, anche quest’anno come da tradizione, una cerimonia itinerante in ricordo dei Caduti per la libertà che è iniziata sabato 22 alle 15 a Pozzuolo, per concludersi alle 18 a Talmassons, passando per diverse frazioni e comuni limitrofi.

Cerimonie per celebrare la Liberazione dal Nazifascismo anche a Pasian di Prato, il 22 aprile, alla presenza del Sindaco Andrea Pozzo e dello storico Flavio Fabbroni; ad Aquileia, il 23 aprile alle 10.30, con la partecipazione del Sindaco Gabriele Spanghero e del Vice Presidente dell’Anpi Provinciale di Udine, Elio Nadalutti e a San Giorgio di Nogaro, il 24 aprile alle 18 con interventi del Sindaco Pietro Del Frate e della Presidente Anpi, Mlena Panizzolo. Nella zona della Bassa friulana il comune di Terzo di Aquileia, in collaborazione con la locale sezione Anpi, ha inteso ricordare il sacrificio di 13 cittadini trucidati dalla truppe naziste il 28 aprile del 1945, affidando il discorso celebrativo ufficiale all’europarlamentare, Isabella De Monte. L’ultima cerimonia commemorativa, organizzata dall’Anpi in collaborazione con il Comune, avrà luogo a Tricesimo sabato 29 aprile alle 10 e vedrà la partecipazione del Sindaco Andrea Mansutti e del rappresentante dell’Anpi Alto Friuli, Giulio Magrini.

Alcune sezioni del territorio hanno preferito celebrare la Liberazione con incontri di tipo culturale come a Pagnacco, il 28 aprile alle 18 nell’l’oratorio parrocchiale di Plaino, con la proiezione del film di Marco Rossitti, “Carnia 1944, un’estate di libertà” e a San Pietro al Natisone, il 22 aprile nella sala consiliare, con la conferenza per le scuole aperta al pubblico intitolata “Eroi senza saperlo -Ri-belli e ri-belle contro il fascismo”, a cura dello storico Gabriele Donato.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!