Il presidente di Fondazione Friuli visita il Melograno

29 Dicembre 2017

PRADAMANO. Giuseppe Morandini, Presidente della Fondazione Friuli, ha fatto visita alla casa famiglia della Comunità del Melograno a Lovaria, rinnovando la vicinanza e il sostegno alla onlus impegnata dal 1996 al fianco di persone adulte con disabilità intellettive. Gli utenti dell’associazione, impegnati nel centro diurno in attività occupazionali attivate in convenzione con l’azienda sanitaria, assieme agli operatori e a una delegazione di volontari hanno fatto da ciceroni a Morandini illustrando le peculiarità della struttura, una grande casa colonica ristrutturata e sottoposta ai vincoli della Sovrintendenza, oggi sede dell’associazione fondata ventun’anni fa da famiglie di persone con disabilità intellettive adulte per offrire loro occasione di crescita e sviluppo delle proprie capacità guardando al “Durante e al Dopo di Noi”.

Grazie al più recente contributo della Fondazione Friuli è stato possibile completare l’allestimento degli arredi esterni della casa che gode di un’ampia corte di circa 900m2 , un palcoscenico naturale nel quale vengono allestite regolarmente manifestazioni ed iniziative culturali, teatrali e musicali in collaborazione con il Comune di Pradamano e le associazioni del territorio. Gli eventi, che coinvolgono la comunità anche delle zone limitrofe, contribuiscono a dare un senso concreto ai valori dell’integrazione e dell’inclusione sociale che l’associazione coltiva da sempre e che lo stesso Morandini ha inteso testimoniare con la sua presenza sottolineando la sinergia d’azione tra i due enti.

Il Presidente Giorgio Dannisi ha ringraziato a nome di tutta la Onlus la Fondazione Friuli per il costante supporto fornito al Melograno, impegnato in prima linea nell’ambito socio – solidale. Tra gli interventi resi possibili dal contributo, che si aggiunge a quello precedente finalizzato all’arredamento interno della struttura, l’installazione e la messa a norma del sistema di allarme, l’acquisto di tre gazebi per una copertura complessiva di 96m2 e di tre griglie professionali da utilizzare negli appuntamenti conviviali, l’installazione di un sistema di canalette per i drenaggi piovani, a cui si aggiunge l’acquisto di un nuovo terminale informatico polivalente di ultima generazione.

Condividi questo articolo!