Presentata la ciclostaffetta Verità per Giulio Regeni

16 settembre 2018

RONCHI. Nella sala del Consiglio comunale di Ronchi dei Legionari si è svolta la presentazione della Ciclostaffetta per Giulio Regeni organizzata dalla FIAB BisiachINbici e sostenuta da molti enti e associazioni, tra cui il Comune di Ronchi dei Legionari e l’associazione “Leali delle Notizie”. A intervenire alla serata sono stati la madre di Giulio Regeni, Paola Deffendi, gli organizzatori della Ciclostaffetta, il Sindaco della città Livio Vecchiet e il Presidente di “Leali delle Notizie”, Luca Perrino.

Prima della presentazione dell’iniziativa, Paola Deffendi ha voluto precisare l’importanza del giorno, ricordando che un anno fa i rapporti diplomatici tra Egitto e Italia riprendevano attraverso il ritorno dell’ambasciatore italiano al Cairo. Non c’è solo il caso di Giulio, però. La madre ha fatto presente anche la situazione in cui si trova Amal Fathy, moglie di uno dei loro consulenti, arrestata l’11 maggio di quest’anno.

La parola, quindi, è stata data ai rappresentanti di BisiachINbici che hanno spiegato la ragione per cui è nata questa iniziativa e il modo in cui ha preso forma. “A nostro parere la situazione non era cambiata rispetto agli inizi, non si erano fatti passi avanti – ha dichiarato Nicola Pieri, presidente dell’associazione – e sentivamo il bisogno di organizzare qualcosa che portasse nuovamente la vicenda all’attenzione di tutti”. Mentre Alessio Russi ha illustrato il programma della Ciclostaffetta. Questa partirà il 22 settembre alle 8 dal Collegio del Mondo Unito di Duino-Aurisina, scuola che ha frequentato Giulio, dove si terrà un momento di incontro con gli attuali studenti; proseguirà verso Monfalcone e Ronchi, per poi spostarsi a Fiumicello dove gli staffettisti riceveranno dalla famiglia Regeni la lettera che verrà consegnata a Roma il 3 ottobre a un rappresentante dello Stato Italiano. “Attualmente non sappiamo ancora chi sarà il destinatario – ha risposto Paola Deffendi a chi chiedeva informazioni -. Valuteremo fino all’ultimo e poi lo comunicheremo agli staffettisti”.

E’ intervenuto anche il Presidente di “Leali delle Notizie”, Luca Perrino, che ha ricordato come l’associazione abbia a cuore la verità e la ricerca di giustizia, in particolare facendo riferimento anche all’ultima edizione del Festival del Giornalismo, durante il quale è stato consegnato il Premio a Daphne Caruana Galizia ed è stato organizzato un panel dedicato a chi pone la verità prima di tutto, anche mettendo a repentaglio la propria vita.

Condividi questo articolo!