Premio a un’agenzia friulana

6 Dicembre 2013

Pagina pubblicitaria 4UDINE. Il Friuli ancora una volta si dimostra terra di eccellenze. Stavolta a rappresentarlo c’è Primastudio che vince il concorso nazionale Parola d’Impresa e si aggiudica il primo premio nella categoria corporate image con il progetto pubblicitario su carta stampata e web per le PMI, studiato per la comunicazione strategica dell’azienda friulana Fibre Net. L’agenzia udinese, infatti, sbaraglia la concorrenza composta dalle più importanti agenzie italiane dimostrando che la qualità di un’idea non passa affatto inosservata, nemmeno se si gareggia tra i big della pubblicità. La campagna pubblicitaria ideata da Primastudio è suddivisa in quattro messaggi che enfatizzano alcuni valori propri dell’azienda Fibre Net. Visual e head-line si differenziano per evidenziare la versatilità dell’impresa e dichiarare i principi su cui ruota la filosofia aziendale.

Il concetto cliente sottolinea il forte legame che si instaura tra l’azienda e l’interlocutore che in Fibre Net trova un partner, un consulente, un assistente e un promotore di iniziative. Il concetto sicurezza sottolinea l’impegno di Fibre Net nel raggiungimento di standard sempre più elevati, con particolare riferimento alla caratteristica di “antisismica” dei prodotti del settore edilizio. Il concetto ricerca sottolinea la costanza con la quale si studiano i prodotti, in collaborazione con Università ed Enti, per sviluppare continuamente la qualità tecnologica dei materiali e le prestazioni tecniche dei prodotti. Il concetto casa sottolinea la cura con la quale si recuperano gli edifici esistenti dal punto di vista strutturale che rispecchia il valore culturale di ogni singolo individuo nell’ambiente in cui opera l’azienda (mercato nazionale), focalizzando l’attenzione non solo sull’architettura storica ma anche sulla cultura della famiglia e il rispetto per l’ambiente. Sottotitolo e body-copy si ripetono per accentuare l’importanza dell’esperienza venticinquennale e della competenza tecnica nell’adeguamento sismico, nel consolidamento strutturale, nel recupero dei beni storici, nell’utilizzo dei materiali compositi per l’edilizia e nel restauro conservativo.

La competizione, alla sua prima edizione, è stata organizzata da Piccola Industria Confindustria e Upa – Utenti Pubblicità Associati con il sostegno del Sole 24 Ore – nella cui sede si è svolta la cerimonia di premiazione – e la collaborazione de “L’imprenditore”, la rivista mensile di Piccola Industria Confindustria.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!