A Nicola Azzano e Skaza Eva il Memorial Renzo Ardito

1 Maggio 2017

LIGNANO. Seconda edizione del Triathlon Memorial Renzo Ardito da incorniciare sotto tutti gli aspetti a partire dalla partecipazione: a Lignano c’erano 500 atleti provenienti anche dall’estero. La gara è stata vinta da Nicola Azzano, udinese della Hurricane Pescara con 56′ 21″. Tra le donne la slovena Skaza Eva con 1h 03′ 13″. Primo tra gli stranieri è lo sloveno Klenovsek Urh. Il resto del podio maschile ha visto secondo a 21 secondi Alberto Casadei Fiamme oro e terzo Marco Dalla Venezia della Ligerteam Keyline a 28″, mentre tra le donne seconda Marcon Elisa e terza Giulia Bertoldi a 1’28” tutte e due della Team 707. A Lignano sono stati assegnati anche i titoli regionale FVG, primo tra gli uomini Daniele Bertossi del Jalmicco Corse, prima squadra maschile ASD TRIATHLON LIGNANO, mentre prima tra le donne Alessandra Stroili Jalmicco Corse, società femminile CUS UDINE.

La manifestazione sportiva ha avuto un grande successo di pubblico e atleti. Con i suoi 500 iscritti, provenienti anche da Slovenia, Croazia e Austria, è una delle gare su distanza sprint delle più affollate tra quelle al di fuori dai grandi circuiti, confermando che le manifestazioni targate ASD Triathlon Lignano Sabbiadoro sono sempre di altissimo livello e che la location di Lignano Pineta e Riviera è particolarmente adatta e apprezzata per eventi sportivi anche dai non italiani. La gara è memorial Renzo Ardito, presidente della società Lignano Pineta dal 1979 al 2017, grande sportivo non praticante: presidente della squadra di rugby di Udine, nel consiglio di amministrazione dell’Udinese ai tempi di Teofilo Sanson e in quello del basket Udine tra i due cicli Snaidero.

Il direttore gara Matteo Benedetti ha detto: “Questa manifestazione può crescere ancora e raggiungere le 600 presenze già nel 2018; rispetto all’anno scorso abbiamo lavorato sui particolari, focalizzandoci sul colpo d’occhio, che si vedeva dalla piazza Marcello D’Olivo, utilizzando ben 30 bandiere e 4 archi, ma non abbiamo ancora investito sulla promozione all’estero”. I partecipanti hanno apprezzato la sicurezza dei percorsi e la presenza dei numerosi volontari e dello staff. Grande la collaborazione con varie associazioni locali tra cui, Newa, Zero Bike, Lifegrad Accademy, Motostaffetta friulana e Radiosoccorso solo per citarne alcune, ma anche i ragazzi dell’istituto tecnico turistico di Lignano. Fondamentale il supporto del Comune di Lignano Sabbiadoro, che crede del progetto del Triathlon a Lignano. Alle premiazioni hanno partecipato il Vicesindaco Vico Meroi e il presidente della società Lignano Pineta Giorgio Ardito.

Il nuoto prevedeva 750 mt con partenza dal Pontile a Mare di Lignano Pineta e uscita in piazza Marcello D’Olivo. Il tracciato bike, spettacolare e velocissimo, prevedeva 3 giri da 6,3 km, su percorso interamente chiuso al traffico veicolare e senza rilanci, mentre i 5 km di corsa finali erano costituiti in due giri da 2,5 km previsti sul Lungomare Alberto Kechler fino al parco della ciclabile della Ge.Tur. e rientro. La gara era anche la 2^ delle 10 tappe di gare di Triathlon del Circuito gare di Triathlon del Comitato F.I.Tri. FVG e la 2^ tappa del Circuito di gare di Triathlon friulane e venete di primavera denominato “Spring Tricup” (assieme ad Oderzo e Cavallino).

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!