MyMed inaugurato a Fagagna

19 Maggio 2019

FAGAGNA. Con 15 ambulatori e 2 sale chirurgiche, il nuovo centro medico di MyMed a Fagagna punta ad essere un polo di eccellenza non solo della cura e delle più avanzate tecniche chirurgiche in ambito oculistico, ma un punto di riferimento per la salute, intesa nel suo senso più ampio come qualità della vita. Alla presenza del vicepresidente della Regione Riccardo Riccardi, il polo MyMed Fagagna è stato inaugurato all’interno del Resort Villaverde: MyMed è la società di Gruppo Policlinico Città di Udine che offre, esclusivamente in regime privato, una medicina specialistica di alto livello e tecnologie all’avanguardia.

“Sono qui per ringraziare chi investe i propri capitali e il proprio know how nell’offrire servizi di qualità – ha commentato Riccardi -. Il servizio sanitario pubblico non è in discussione, resta uno dei pilastri della nostra regione. Non si tratta di una contrapposizione pubblico-privato, sarebbe un enorme errore: bisogna cogliere le soluzioni e le opportunità che arrivano dagli investimenti privati come questo che spesso riescono a dare risposte laddove il pubblico non arriva. Tutte le iniziative che migliorano i percorsi di salute e in generale la qualità della vita delle persone sono un valore aggiunto per la nostra regione”.

La struttura MyMed Fagagna può contare su due sale chirurgiche perfettamente attrezzate per interventi ambulatoriali. Il polo di chirurgia oculistica di MyMed, coordinato dal dottor Giorgio Beltrame, è l’unico in Friuli Venezia Giulia ad essere dotato di due laser di ultima generazione Bausch and Lomb, l’azienda leader internazionale del settore. La crescita e gli investimenti di MyMed sono già realtà grazie alla competenza e alla solidità finanziaria del Gruppo Policlinico. Come ha sottolineato il Presidente del Gruppo Francesco Peghin, “forse non tutti sanno che il Policlinico non è solo l’ospedale privato accreditato di viale Venezia da cui tutto è partito 55 anni fa, ma è un gruppo che rappresenta la maggiore realtà sanitaria privata del Friuli Venezia Giulia. La nostra sfida è rappresentata dalle evoluzioni che stanno intervenendo nella sanità italiana e anche nella nostra regione: penso all’evoluzione tecnologica, alla digitalizzazione e all’entrata in Italia di gruppi multinazionali che stanno facendo shopping di ottime strutture per creare reti con sinergie ed efficienze nei servizi”.

“Il nostro obiettivo – ha spiegato l’Amministratore Delegato Claudio Riccobon – è far diventare MyMed una rete di strutture ambulatoriali in Friuli Venezia Giulia e anche fuori regione. La sensibilità e le esigenze dei pazienti sono molto cambiate: non ci viene più richiesta solo la qualità della prestazione sanitaria, ma anche quell’attenzione nella cura e nell’approccio che migliorino le condizioni di vita in generale. Come MyMed punteremo proprio su questa nuova esigenza, restando sempre privati: non abbiamo intenzione di richiedere accreditamenti pubblici, perché siamo convinti che questo tipo di sanità sia vincente quando si affianca al servizio sanitario nazionale che resta un baluardo nel garantire ad ogni cittadino le cure fondamentali”.

MyMed Fagagna intende diventare punto di riferimento anche per la chirurgia plastica (estetica e ricostruttiva) con una vasta gamma di interventi e trattamenti che consentono di migliorare e correggere i difetti del corpo e del viso. Il centro è già operativo con 15 ambulatori dedicati alle principali specialità cliniche: oculistica e chirurgia oftalmica, ginecologia, ortopedia, fisioterapia, osteopatia, cardiologia, otorinolaringoiatria, endocrinologia, diabetologia, psicologia, dermatologia, chirurgia plastica e medicina estetica. I pazienti MyMed Fagagna, in più, hanno la possibilità di godere di un ambiente rilassante e di un insieme di servizi e opportunità senza eguali: una passeggiata nel verde, una cena al ristorante della club house, un massaggio nella spa o anche un pernottamento nell’hotel 4 stelle, ad un solo piano di distanza dal centro medico, per dedicare qualche giorno alla propria salute con visite e interventi in day surgery.

Le foto sono di Petrussi.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!