Mereto: interventi comunali dalle scuole al Castelliere

13 Gennaio 2019

MERETO DI TOMBA. Prendono consistenza gli investimenti di quasi 500.000 euro stanziati dal Comune di Mereto di Tomba. Tra le recenti ultimazioni si annotano gli interventi nei plessi scolastici del territorio: l’aula esterna della scuola dell’infanzia di Tomba che consentirà lo svolgimento di un’attività didattica alternativa a quella consueta e la parete frangisole della scuola primaria di Pantianicco che garantirà un migliore bilanciamento energetico dell’edificio e un maggiore comfort delle aule, anche in relazione a un più pratico svolgimento delle lezioni.

Completata anche l’acquisizione dell’area interna del castelliere di Savalons, grazie a un contributo erogato dalla Regione. La proprietà comunale ora interessa il 95 per cento dell’area sottoposta a vincolo archeologico, condizione necessaria per iniziare a definire i progetti di sviluppo organico del sito ed ulteriori opere di valorizzazione. A breve partiranno i lavori di asfaltatura delle strade comunali di maggiore criticità a Pantianicco, Mereto e Plasencis. Queste operazioni vanno a completare i lavori già eseguiti nel 2017 nelle frazioni di Plasencis, Tomba e Savalons. In programma a Tomba anche la riqualificazione dell’incrocio antistante la scuola dell’infanzia “La Caravella”.

In fase di assegnazione, invece, la manutenzione straordinaria della ex scuola elementare di Plasencis, ora sede di numerose associazioni di volontariato e della protezione civile comunale, per una più efficiente fruibilità degli spazi e la messa a norma degli impianti, che porteranno ad un risparmio nei consumi di energia dell’edificio. Infine si sta procedendo alla progettazione dei parcheggi per gli abitati di Mereto e Plasencis, l’ecopiazzola comunale e l’adeguamento antisismico delle due scuole; tutti lavori che saranno ‘cantierabili’ nell’anno in corso.

“Per un’amministrazione pubblica poter effettuare investimenti che migliorino l’infrastruttura del territorio e che ne valorizzino le peculiarità è certamente un motivo di soddisfazione – osserva il sindaco Giuseppe D’Antoni -, ma riuscire a conservare il patrimonio esistente è altrettanto importante. Per tale motivo cerchiamo di non trascurare mai le opere di ordinaria manutenzione. Ne sono un esempio i ripristini dei tratti di marciapiede di recente eseguiti nelle frazioni di Plasencis e San Marco e la decisione di investire in forme di cura del territorio a maggiore efficienza. L’acquisto della trattrice per la manutenzione del verde, ad esempio, ha consentito di intervenire sui cigli della strada e sulle aree di verde pubblico con maggiore prontezza, consentendo al contempo un risparmio di ben 10.000 euro”.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!