Marcia della Pace Perugia-Assisi: l’inno è stato scritto dagli studenti del FVG

13 ottobre 2018

PERUGIA – Oltre 300 i partecipanti dalla Regione.La Marcia Perugia-Assisi della pace e della fraternità si è tenuta domenica 7 ottobre 2018, nel 70° anniversario della Dichiarazione dei Diritti Umani, a 100 anni dalla fine della Grande Guerra, a 50 anni dalla scomparsa di Aldo Capitini.

Oltre al pullman organizzato dal CRELP FVG, a cui hanno aderito cittadini ed associazioni di tutta la Regione, sono stati numerosi i gruppi che dal Friuli Venezia Giulia sono partiti per raggiungere Perugia nei giorni del Meeting Nazionale della Pace e dei Diritti. Almeno 7 bus sono stati organizzati da Amministrazioni Locali, Associazioni o Istituti scolastici della nostra Regione, portando alla marcia oltre 300 cittadini del Friuli Venezia Giulia.

Protagonisti principali del Meeting e della Marcia sono stati oltre 10.000 giovani, ragazzi e bambini di ogni parte d’Italia, coinvolti da insegnanti impegnati ad accrescere la loro consapevolezza e il loro senso di responsabilità. Molti di loro erano studenti del FVG, impegnati da diversi anni in attività di educazione alla cittadinanza e alla Costituzione, alla legalità, al rispetto, al dialogo, allo sviluppo sostenibile, alle pari opportunità, grazie a progetti portati avanti insieme al CRELP FVG.

L’inno 2018 della Marcia Perugia Assisi é stato proprio scritto dagli studenti della nostra Regione.

Sono stati oltre 100 mila i partecipanti alla Marcia, che nonostante la pioggia hanno camminato alla vota di Assisi, formando un corteo lungo 15 chilometri. Numerosi sono stati i rappresentanti delle amministrazioni locali provenienti da ogni luogo della nostra penisola, presenti con gonfaloni e fasce tricolore, ma soprattutto molti giovani con le bandiere della pace, che hanno manifestato per un mondo di accoglienza e fraternità. Il manifesto finale della giornata è stato un invito all’accoglienza e a “non lasciare nessuno solo”.

“La Marcia è stato uno straordinario momento di festa dove, soprattutto grazie alla partecipazione di tanti giovani, si è respirata un’aria di fraterna umanità. Ed è in questa direzione che continueremo a lavorare nei prossimi anni anche come “Coordinamento Regionale degli Enti Locali per la Pace del Friuli Venezia Giulia.” ha dichiarato Marco Duriavig, Presidente del CRELP del FVG.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!