Maratonina! … Pronti! … Via!

22 Settembre 2018

UDINE. Il conto alla rovescia verso l’appuntamento sportivo più atteso del settembre udinese è scattato. Domenica 23 settembre la Maratonina Internazionale Città di Udine, edizione numero 19, conquisterà ancora una volta il proprio affezionato pubblico con il suo fiume di atleti, oltre 1400, provenienti da ben 18 nazioni. Completamente rinnovato e velocissimo il tracciato, che si sviluppa sulle strade del Comune di Udine toccando Tavagnacco a nord.

Le prime a partire, alle 9.25, saranno le carrozzine olimpiche; seguirà, alle 9.30, lo start della Maratonina Internazionale Città di Udine – Campionato nazionale Libertas – Triveneto Running: le premiazioni, unite a quelle del Palio dei Borghi, si terranno due ore più tardi, a partire dalle 11.30, sul palco di piazza Libertà. La mattinata di domenica offrirà però anche la consolidata proposta della StraUdine Aqua Ersa: partenza alle 10.45, questa volta da via Manin. I partecipanti saranno impegnati su un tracciato di 7 km adatto a tutti, dai runner esperti alle nuove leve. L’iniziativa è organizzata in collaborazione con il Gruppo Marciatori Udinesi. Per tutti maglietta tecnica e pettorale. Iscrizioni fino a un’ora prima della partenza della gara, nel gazebo di piazza Libertà.

IL PERCORSO. La linea di partenza della Maratonina (che sarà valida anche quale Campionato nazionale Libertas di mezza maratona) sarà posizionata in piazza Libertà, mentre in via Mercatovecchio si troverà il punto d’arrivo: il percorso sarà dunque ad anello e prevede un doppio passaggio per il centro storico di Udine (inclusa la stessa via Mercatovecchio), garanzia di forte suggestione sia per gli atleti impegnati nella competizione che per il pubblico. L’itinerario, adatto tanto ai runners più esperti quanto a quelli alle prime armi, si sviluppa completamente nel territorio del comune di Udine, che riconquista così il ruolo di cuore pulsante dell’evento. Disegnato da Manuel Burello, con la preziosa collaborazione di Cesare Cosattini (Associazione Maratonina Udinese) e del Corpo di Polizia locale del Comune di Udine, il tracciato di gara è stato certificato dalla Federazione Mondiale di Atletica Leggera, nella persona di Stefano Bassan, misuratore internazionale dell’Aims – IAAF, che ha definito l’itinerario «uno dei più belli degli ultimi anni».

TOP RUNNERS. Sara Dossena, fresca campionessa italiana dei 10.000 su pista e su strada, ha raggiunto ottimi risultati nella maratona sia ai recenti europei che lo scorso anno a New York e si è migliorata anche nella mezza: a Udine la vedremo lottare con le africane, ma il tifo sarà tutto per lei. Nella categoria maschile, invece, numerosi atleti di punta arrivano dal Kenya e dal Burundi. Tra gli italiani Francesco Bona (atleta dell’Aeronautica che punta a un piazzamento di livello e soprattutto al miglioramento del suo personale) e Abdoullah Bamoussa, azzurro dei 3000 siepi alle Olimpiadi di Rio. E’ australiana l’atleta che arriva da più lontano; tanti, al solito, i rappresentati degli Stati vicini, Austria, Slovenia e Croazia. La presentazione dei top runners è in programma per le 18 di sabato 22 settembre, sul palco di piazza Libertà, alla presenza del testimonial Ruggero Pertile; contestualmente verranno presentati anche il Campionato Nazionale Libertas di Mezza Maratona, il Triveneto Running e il Palio dei Borghi.

RUGGERO PERTILE TESTIMONIAL. Il maratoneta Ruggero Pertile è il testimonial dell’edizione 2018 della Maratonina Internazionale Città di Udine. L’atleta torna, così, nella città che gli ha regalato le maggiori soddisfazioni agonistiche: proprio di Pertile, infatti – primo e finora unico europeo capace di imporsi in una competizione riconosciuta fra le più valide, a livello tecnico, in campo internazionale -, era stata la vittoria alla Maratonina 2014, con l’ottimo tempo di 1h04’48”. Nel capoluogo friulano Ruggero Pertile ha anche registrato il record personale sulla distanza (1h02’17”), che rimanda all’edizione del Mondiale di mezza maratona 2007. Nella sua lunga carriera il campione ha vestito più volte la maglia azzurra, partecipando a 2 Olimpiadi (Pechino 2008 e Londra 2012, dove si classificò 10° e secondo atleta europeo), a quattro Campionati del mondo (Parigi 2003, Helsinki 2005, Taegu 2011, Pechino 2015) e a due Campionati d’Europa (Goteborg 2006 e Zurigo 2014). Si è ritirato dall’agonismo lo scorso anno ed è ora tecnico della Fidal.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!