Magic e diventi creativo

11 Gennaio 2013

Andrea Bruciati

Luca Barcellona

UDINE. E’ stata prorogata fino al 13 gennaio l’iscrizione alla Bottega di design industriale Magic durante la quale sarà possibile imparare le tecniche per disegnare, progettare e realizzare un oggetto. Curata dall’associazione culturale Macross, è concepita come un percorso progressivo e compartecipato per la trasmissione delle tecniche espressive proprie del Design industriale. La Bottega prevede lezioni e frequenti attività di laboratorio, sessioni teoriche e pratiche con approccio storico, artistico e tecnico al Design secondo una divisione in moduli disciplinari che permettono l’approfondimento di tematiche legate ai problemi generali, teorici e artistico-creativi del settore. I corsi propedeutici e gli stage, saranno indirizzati ad affrontare le principali tecniche e abilità che caratterizzano la figura del designer. La bottega è gratuita ed è dedicata a giovani neofiti, creativi e curiosi tra i 18 e i 25 anni. Info e bandi: www.magicudine.it

Opera di Maria Elisabetta Novello

Una creazione di Kristian Sturi

Tra i docenti che introdurranno la Bottega e che parteciperanno alle lezioni ci saranno Luca Barcellona, particolarmente interessato alla calligrafia; intento infatti del suo lavoro è quello di far convivere la manualità di un’arte antica come la scrittura con i linguaggi e gli strumenti del’era digitale. Molti brand importanti hanno chiesto il suo lettering come Carhartt, Nike, Mondadori, Zoo York, Dolce&Gabbana, Sony BMG, Seat, Volvo, Universal ed Eni. A Udine grazie al progetto Magic presenterà anche il suo ultimo e recente libro “Take Your Pleasure Seriously”. Tra gli insegnati spicca anche Andrea Bruciati, ideatore del Premio Moroso e curatore di fama internazionale, considerato uno dei principali operatori nell’arte contemporanea in Italia. Ci saranno inoltre il professor Antonio Luigi Palmisano, antropologo e docente universitario autore di numerose pubblicazioni e ricercatore instancabile: sonda il rapporto tra oggetto e uomo, in un periodo storico in cui il consumo può essere considerato quasi un rituale. E ancora Kristian Sturi, artista che lavora su composizioni inaspettate e quasi alchemiche di moduli costruiti con oggetti di design, ospite alla 54° Biennale d’arte 2011, la professoressa Maria Elisabetta Novello, artista che ha trovato nella componente materica la base del suo lavoro e che trasmetterà ai partecipanti delle nozioni fondamentali per il disegno e la rappresentazione, utili nelle fasi di studio e progettazione del disegno industriale. Inoltre i partecipanti al corso saranno seguiti dalla curatrice Alice Ginaldi in qualità di tutor, forte della sua esperienza pluriennale alla Galleria di Arte Contemporanea di Monfalcone e da Manuel De Marco, designer, vincitore della borsa lavoro Magic.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!