L’impresa “impossibile” di Callegari comincia da Lignano

9 Luglio 2015

LIGNANO. Con il primo test sui 20 km (10,7 miglia) a nuoto inizia da Lignano Sabbiadoro la grande marcia d’avvicinamento dell’alpinista – esploratore Danilo Callegari verso “Africa Extreme 2015”, l’incredibile avventura che nel prossimo ottobre vedrà nuovamente protagonista il wild iron man friulano. Dopo l’anteprima agli Xtreme Days di giugno a Sacile, questa volta Callegari si presenta in piena azione al grande pubblico di Lignano che potrà assistere all’ ”allenamento” di 20 km nel mare antistante la spiaggia di Lignano Pineta; un allenamento che già di per sé la dice lunga sulle caratteristiche dell’impresa che lo vedrà impegnato tra Zanzibar e la Tanzania nella prima settimana di ottobre.

Terza tappa del 7 Summit Solo Project, l’ambizioso progetto con cui Danilo Callegari si propone di raggiungere le sette vette più alte dei 7 Continenti unendo all’impresa alpinistica vera e propria altrettante sfide di outdoor estremo, “Africa Extreme” vedrà Callegari nuotare per 50 km nell’oceano Indiano da Zanzibar fino alla costa, da lì – attraverso la savana – percorrere una maratona al giorno per 27 giorni fino a raggiungere le pendici del Kilimangiaro che poi scalerà senza l’ausilio di campi intermedi, ossigeno e portatori fino a raggiungere la vetta per poi ridiscendere l’altro versante.

Proprio per affrontare questa sfida al limite dell’impossibile Callegari ha iniziato da mesi un’intensa e specifica preparazione, assistito da un’equipe speciale – dal dottor Giulio Roi, direttore del centro studi Isokinetic all’ex campione di nuoto Marco Bellino; dal nutrizionista Antonio Benetti al maestro di yoga indiano Raju Paithankache – che l’ha portato fino al test in acqua a Lignano, prima vera prova per verificare l’efficacia del lavoro svolto in questi mesi.

Il programma del 10 luglio prevede il ritrovo alle 8 al pontile di Porto Marina Uno e la discesa in acqua alle 9 assistito da un’imbarcazione di supporto di Mister Blu e da un kayak. Arrivo previsto, dopo 8 ore di nuoto consecutive, verso le 17 sulla spiaggia. Subito dopo, al Bar Tenda di Piazza Marcello D’Olivo si terrà un incontro con il pubblico e la stampa per il racconto a caldo delle prime sensazioni.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!