Innovazione 4.0 e quali opportunità per le start up

31 ottobre 2017

UDINE. La trasformazione del sistema capitalistico consumista in un sistema capitalistico estetico come opportunità per le start up regionali di diventare protagoniste di questo processo. Sarà il tema al centro del convegno “Dalla distopia all’utopia della innovazione 4.0”, in programma venerdì 3 novembre all’Università di Udine, organizzato da Ateneo friulano, Osservatorio sull’uso dei sistemi Adr, Sos Lab srl e Federmanager Friuli Venezia Giulia. L’appuntamento è dalle 17.30 alle 19.30 nell’aula T9 di palazzo di Toppo Wassermann, in via Gemona 92 a Udine. Per partecipare all’evento, aperto a tutti gli interessati e gratuito, è richiesta l’iscrizione entro giovedì 2 novembre, telefonando allo 0434 365213 o inviando un email all’indirizzo adaifvg@gmail.com

Porteranno i saluti Alberto De Toni, rettore dell’Università di Udine, Eros Andronaco, vice-presidente di Federmanager nazionale, e Lucio Ghia, vicepresidente con delega ai rapporti internazionali dell’Osservatorio sull’uso dei sistemi Adr. Interverranno quindi Antonio Abramo, delegato per il trasferimento della conoscenza e responsabile del progetto Industry 4.0 per l’Università di Udine, Fulvio Sbroiavacca, dirigente Health & Social Care Insiel spa, associato Federmanager Fvg e responsabile per Federmanager Fvg della Commissione Industry 4.0, Giammario Battaglia, vicepresidente esecutivo dell’Osservatorio sull’uso dei sistemi Adr nonché amministratore delegato di Sos Lab srl. Sarà quindi dato spazio agli interventi dalla sala. Le conclusioni, alle 19.15, saranno affidate a Mario Cardoni, direttore generale di Fedemanager nazionale, mentre a moderare il dibattito sarà Daniele Damele, presidente di Federmanager FVG.

«L’attuale sistema economico e sociale – anticipa Eros Andronaco – è sempre di più volto alla personalizzazione dei prodotti o servizi per soddisfare i bisogni emergenti. Il cambiamento in atto è molto complesso e coinvolge tutto il sistema Paese: istituzioni, università, mondo dell’impresa e del management devono collaborare per cogliere la sfida dell’innovazione». «In questo contesto – spiega Antonio Abramo – rispetto a un modello puramente capitalistico le start up regionali, innovative per costruzione, dovrebbero vivere l’innovazione come una opportunità per contribuire a una svolta del modo di fare impresa, a beneficio proprio e del Paese nel suo complesso». Durante il convegno si parlerà appunto di come anche in Italia il sistema capitalistico estetico stia evolvendo. Verrà analizzata la storia pionieristica e tutta italiana del sistema Sos Media e verranno fornite agli start up le indicazioni su come ottenere liquidità attraverso Mediocredito.

Condividi questo articolo!