Il diritto alla vita

13 Novembre 2012

UDINE. Il Centro di Aiuto alla Vita di Udine intende sottolineare il suo trentennale di fondazione al servizio della difesa del diritto alla vita, facendosi promotore provinciale di alcune importanti iniziative di portata internazionale, sulla scia della campagna di sensibilizzazione nazionale dell’associazione.

A contorno della celebrazione della Giornata per la vita (dal titolo ‘Generare la vita vince la crisi’), prevista per il 3 Febbraio 2013, ci saranno due iniziative complementari e di ampio approfondimento sulle discusse e sempre più attuali tematiche del diritto alla vita. Udine ospiterà infatti, la mostra “Che cos’è l’uomo perché te ne ricordi? Genetica e natura umana nello sguardo di Jerome Lejeune”, un contributo oggettivo al pluripremiato genetista francese, scopritore delle anomalie cromosomiche causanti la sindrome di Down (3-10 Febbraio a Udine). Una mostra che mira ad evidenziare e pubblicizzare la posizione eticamente corretta del ricercatore che si prefigge scopi curativi, in contrasto con l’effettivo utilizzo delle scoperte scientifiche dai risvolti critici sul diritto alla vita.

Uno scorcio sul fantastico universo della Vita, per l’appunto, che vuole mostrare la Genetica quale uno scrigno alla portata di famiglie, scuole, studenti e non solo di ricercatori e docenti interessati, utile a lanciare la petizione europea “Uno di Noi” – questa la seconda importante iniziativa sostenuta dal CAV di Udine a fianco dell’intero movimento Pro-Life Italiano ed europeo -, per richiedere all’Unione Europea di garantire la dignità, il diritto alla vita è l’integrità dell’embrione umano in continuità con la sentenza del 18/10/2011, con cui la Corte Europea di Giustizia ha escluso la brevettabilità di qualsiasi procedura che implichi o supponga la distruzione dell’embrione stesso.

La prima importante tappa provinciale di questa iniziativa, sarà accolta nello stand dedicato, della fiera Idea Solidale, padiglione C del quartiere fieristico di Udine dal 15 al 18 Novembre prossimi.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!