Il CdS blocca la semina Ogm

20 Giugno 2014

TRIESTE. Il Consiglio di Stato ha confermato la decisione del Tar del Lazio  di bloccare le semine biotech in corso nei campi del Friuli rinviando la definitiva decisione nel merito al 4 dicembre, quando di fatto sarà già in vigore la normativa europea che lascia la libertà di non coltivare Ogm ai singoli stati membri. Lo rende noto Coldiretti del Fvg in riferimento al pronunciamento del Consiglio di Stato nei confronti della sentenza del Tar del Lazio che  aveva bocciato il ricorso presentato contro il decreto interministeriale che proibisce la semina di mais biotech Mon810 modificato geneticamente. A questo punto – conclude Coldiretti – le amministrazioni coinvolte non hanno più nessun alibi per intervenire nella repressione delle coltivazioni illegali per evitare l’aggravarsi delle contaminazioni ambientali in atto.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!