IdealScala dirà al Ministero le mancanze di Ideal Standard

21 Novembre 2015

ZOPPOLA. IdealScala ceramiche non rimane sola: il territorio ha confermato ancora una volta la sua compattezza nel sostenere la cooperativa di lavoratori, associata a Confcooperative Pordenone, nella trattativa per rilevare da Ideal Standard l’impianto produttivo di Orcenico Inferiore (Zoppola). Nella riunione svoltasi nella sede di Confcooperative Pordenone venerdì 20 novembre, è stato fatto il punto della situazione a seguito del recente incontro con Ideal Standard nel corso del quale la multinazionale aveva di fatto chiuso le porte alla possibilità di favorire gli interventi di reindustrializzazione del sito, i quali erano stati trattati nel corso degli incontri precedenti al Ministero dello Sviluppo economico a Roma.

Presenti oltre al presidente di Confcooperative Pordenone Virgilio Maiorano e al direttore Marco Bagnariol, il consiglio di amministrazione della cooperativa guidato dal presidente Alberto Vendrame. Con loro il vicepresidente della Regione Sergio Bolzonello e l’assessore regionale Loredana Panariti. Per il Comune di Zoppola il sindaco Francesca Papais, il presidente di Unindustria Pordenone Michelangelo Agrusti con il direttore generale Paolo Candotti più i rappresentanti di Legacoop Fvg (Di Dio), Cgil (Vallan – Pascale), Cisl (Pellizzon – Rizzo – Diana) e Uil (Zaami – Sacilotto).

Le parti hanno preso atto della chiusura manifestata dalla multinazionale e hanno deciso di chiedere l’intervento del Ministero dello Sviluppo economico al fine di certificare le gravi e rilevanti inadempienze della stessa. La Regione si è resa disponibile a favorire la convocazione dell’incontro in tempi brevi attraverso una richiesta ufficiale.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!