I “cais di Colorêt” raccontati a congresso di Marrakech

2 Febbraio 2019

L’intervento di Matteo Venuti

MARRAKECH. Anche un pezzo di Friuli (Colloredo di M.A. più precisamente) è approdato a Marrakech dove si è svolto il Congresso sull’Elicicoltura 2.0, vale a dire l’allevamento delle lumache. L’occasione ha visto anche la firma di un importante accordo di di partnership per istituire l’Accademia Chiocciola Metodo Cherasco in Marocco. Il documento è stato firmato dal presidente dell’Associazione Nazionale Elicicoltori, Simone Sampò e la presidente della Federation Interprofessionnelle de l’Hèliciculture au Maroc, Nadia Babrahim. La firma è avvenuta nella sede della Camera di Commercio di Marrakech in una sala gremita di autorità italiane e marocchine, tecnici, giornalisti e professionisti dell’agricoltura e alla presenza dell’Ambasciatrice d’Italia in Marocco Barbara Bregato.

Dopo la firma dell’accordo il congresso è proseguito entrando nel vivo di Elicicoltura 2.0 con gli interventi degli elicioltori italiani che stanno seguendo il Metodo Cherasco. Simone Davini, Matteo Venuti e Giorgio Fontò hanno portato la loro esperienza, sottolineando alcune delle caratteristiche del Metodo, come l’alimentazione naturale, la migrazione naturale, l’influenza di climi diversi sull’allevamento del mollusco. Il friulano Matteo Venuti ha illustrato il metodo di estrazione della bava tramite il MullerOne, macchinario studiato per estrarre la bava garantendo alta qualità del prodotto e allo stesso tempo il benessere dell’animale.

E’ partito dalle parole di Ippolito Nievo, l’elicicoltore friulano titolare di “Che Lumaca” a Colloredo di Monte Albano, per descrivere il luogo in cui vive e in cui ha deciso di adottare il Metodo Cherasco nell’allevamento delle chiocciole. “E’ in questo territorio – commenta Venuti – che si possono riscoprire i sapori di una volta, quelli che rischiano di andare perduti. Fra i dolci pendii delle colline moreniche, coccolati dalle leggere brezze che scendono dalle montagne, sono allevati i “Cais di Coloret”, le lumache di Colloredo, secondo il sistema più naturale possibile che contraddistingue il prodotto a marchio Chiocciola Metodo Cherasco”.

Condividi questo articolo!