Friuli Innovazione e Polo Tecnologico Pn: più sinergie

13 Febbraio 2019

UDINE. L’Unione Industriali di Pordenone è uno dei Soci Fondatori di Friuli Innovazione, che quest’anno celebrerà i 20 anni di vita. Gli altri Soci Fondatori sono Università di Udine, Confindustria Udine, Centro Ricerche Fiat, Fondazione Friuli, Agemont. Il Presidente dell’Unione Industriali di Pordenone Michelangelo Agrusti, accompagnato dal Direttore Paolo Candotti ha incontrato il Presidente di Friuli Innovazione Germano Scarpa e il Direttore Fabio Feruglio e visitato la struttura e Additive Fvg Square.

Da sinistra, Feruglio, Scarpa, Agrusti e Candotti

Durante l’incontro sono stati presentati i principali progetti e iniziative che Friuli Innovazione sta conducendo, i risultati economici della società, l’impatto generato verso il territorio, in particolare alle imprese, grazie a servizi di trasferimento tecnologico, i progetti di innovazione, e le nuove infrastrutture (Additive Fvg Square quale laboratorio delle imprese che vogliono sperimentare le tecnologie additive).

“I modelli operativi e i target di Friuli Innovazione e del Polo Tecnologico di Pordenone sono sostanzialmente gli stessi. Entrambi cercano nella dimensione progettuale, in particolare europea, e nei servizi di innovazione alle imprese, non solo la ragione della loro presenza attiva sul territorio, ma anche l’auto sostenibilità. Siamo rimasti positivamente colpiti dalla capacità di Friuli Innovazione di relazionarsi con le imprese e di coinvolgerle in concreti progetti di innovazione, oltre che dai risultati economici della società – ha affermato il Presidente Agrusti -. Altro elemento da sottolineare è la complementarietà di competenze e di opportunità che le due organizzazioni possono offrire alle imprese della nostra Regione. E’ una sinergia che finora si è sviluppata grazie agli ottimi rapporti tra i Direttori di Friuli Innovazione e del Polo Tecnologico di Pordenone, ma dobbiamo intervenire per dare maggior forza e sistematicità a queste azioni”.

Da tempo il Polo Tecnologico segue nell’ambito di Industria 4.0 i processi di operations e l’efficientamento della fabbrica, grazie anche ad iniziative ed asset come Lean Experience Factory 4.0, Friuli Innovazione sta invece sviluppando dal 2016 competenze e casi aziendali sui nuovi modelli di business e la servitizzazione (continua a produrre caldaie, ma pensa che potresti vendere l’acqua calda) grazie a progetti europei. Inoltre presso Friuli Innovazione è stato recentemente avviato Additive Fvg Square (www.additivefvg.it), una iniziativa pubblico/privata internazionale con la collaborazione e partecipazione di diverse componenti regionali a cominciare dal Cluster Comet, dall’Università di Udine, da 5 imprese del territorio e da un player internazionale quale Eos, principale produttore mondiale di tecnologie per la stampa industriale 3D.

“Evidentemente tra imprenditori ci si capisce più facilmente e se si condivide una visione la si può mettere in pratica cominciando subito, senza burocrazia, comitati e troppa carta – ha commentato il Presidente di Friuli Innovazione Scarpa -. Le idee e le opportunità che abbiamo discusso con il Presidente Agrusti e che andremo a mettere in atto già dalle prossime settimane possono dare vita a una Fase 2 dell’innovazione nella nostra Regione ed essere di reale impatto per il processo di trasformazione digitale che le nostre imprese, a cominciare da quelle manifatturiere, devono fare e che non si deve ridurre ad una questione di ammortamenti”.

Condividi questo articolo!