Federica Macrì riceve il premio la “Mula de Oro” 2015

13 Giugno 2015

2015-06-09 21.09.21-3TRIESTE – La “Mula de Oro” 2015 è la campionessa e olimpionica di ginnastica artistica Federica Macrì. La “Capitana” dell’Artistica ’81 Trieste è stata infatti insignita martedì 9 giugno del riconoscimento che annualmente il Panathlon Club Trieste assegna a un atleta distintosi sia per i risultati agonistici sia per le grandi doti umane e caratteriali.

Federica Macrì è nata Trieste il 22 agosto 1990 e ha iniziato a praticare lo sport nel 1993 all’età di 3 anni all’Artistica’81 Trieste partecipando ai corsi di base di ginnastica. Nel 1998 è entrata a far parte della Squadra Agonistica sotto la guida dei tecnici Diego Pecar e Teresa Macrì ed è tuttora la “Capitana” dell’Artistica’81 Trieste, che milita in Serie A1 dal 2004. Nel corso della sua carriera ha raggiunto i massimi livelli agonistici nella ginnastica artistica ed è stata tra gli azzurri che hanno partecipato alle Olimpiadi di Pechino del 2008.

Evidentemente commossa per il premio assegnatole Federica Macrì ha voluto ringraziare il Panathlon.

“Non posso che essere fiera di questo riconoscimento che dimostra come il Panathlon abbia sempre seguito la mia carriera – ha detto Federica Macrì -. Quando ho iniziato con questo sport erano pochissimi a seguirlo, mentre ora è sufficiente guardare i video caricati su YouTube per capire quanto è cresciuto l’interesse per la ginnastica. In questi anni ho avuto molte soddisfazioni ma anche momenti difficili, come quello del mio infortunio nel 2008, dopo il quale alcuni medici mi dissero che non avrei potuto partecipare alle Olimpiadi di Pechino. Oggi sono molto felice di averli smentiti e orgogliosa di aver rappresentato l’Italia e Trieste nel mondo. Ciò che reputo più importante è però aver lasciato un buon ricordo di me nelle persone e nei confronti dei soci del Panathlon sono certa che questo sia avvenuto”.

Grande la soddisfazione per i soci del Panathlon, come è stato sintetizzato dal Presidente Sauro Bacherotti. “Poter premiare una giovane di grande talento e determinazione come Federica Macrì è un grande onore per me e per il Club che rappresento e in momenti come questo il mio pensiero non può che andare al recentemente scomparso Emilio Felluga – ha dichiarato -. I giovani di talento sono molti, ma pochi si dedicano veramente anima a corpo allo sport come ha fatto Federica. Lei è la perfetta dimostrazione di quanto la forza di volontà, la costanza e la determinazione siano importante per un atleta”.

Concorde il Vice Presidente regionale del Coni, Francesco Cipolla. “Credo che questo riconoscimento a Federica fosse quasi doveroso – ha detto -. Lei ha sicuramente profuso grande impegno nella ginnastica, ma non va dimenticato il ruolo avuto dalla società e dagli allenatori che le sono stati accanto e l’hanno sempre supportata. I campioni come Federica riescono infatti ad esprimersi appieno solo quando si verifica una sinergia di fattori”.

Simile l’opinione del Presidente dell’Artistica 81 Trieste, Fulvio Bronzi. “Questo premio va a una ragazza che ha portato in alto la bandiera della nostra città e che oggi studia per costruirsi un futuro brillante – ha commentato -. Oltre ad aver ottenuto risultati importantissimi credo sia giusto sottolineare il fatto che da tredici anni Federica fa parte di una squadra militante in serie A1 e che tutti i giorni partecipa agli allenamenti e insegna alle proprie compagne. Ed è proprio pensando ai giovani che mi sento di dire che agli sportivi, una volta lasciata la palestra, dovrebbe essere dato maggior supporto quale riconoscimento per il grande impegno profuso nello sport”.

Apprezzamento nei confronti di Macrì è giunto anche dal Vice Presidente della Provincia di Trieste, Igor Dolenc. “Mi complimento per l’impegno che questa giovane porta avanti da quando aveva tre anni che dimostra quanto ami lo sport – ha detto -. Per raggiungere questi risultati serve grande costanza e forza d’animo, ma bisogna anche essere spronati e supportati dagli allenatori e dai tecnici, cosa che nelle realtà triestine accade”.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!