Dai presepi al jazz

7 dicembre 2012

PORDENONE. Sarà una giornata intensa e ricca sabato 8 dicembre, giorno dell’Immacolata Concezione, per il Natale in Città, con musica nelle piazze e nelle chiese e l’inaugurazione dei presepi. Si comincia con un’iniziativa per i più piccoli a cura di Sviluppo e Territorio, che li intratterrà a partire dalle 15 nella sezione ragazzi della Biblioteca Civica con il simpatico laboratorio gratuito, Ricicleria. Un’occasione per realizzare piccoli oggetti e giochi utilizzando la plastica. Alle 16 in piazzetta Freschi, il presepe si fa a misura di bambino, con l’inaugurazione di Presepi in Città, esposizione dei presepi realizzati da alcune classi delle scuole Beato Odorico, Gabelli, San Giorgio in collaborazione con l’associazione Noi di via Cavallotti. Per realizzare i loro lavori i bambini hanno utilizzato materiali naturali e di riciclo dai classici legno, stoffa, muschio e bottoni fino ad arrivare alla terracotta alle conchiglie e alla sabbia, realizzando delle creazioni molto originali, che rimarranno esposte durante le giornate di sabato 8 dicembre e domenica 9 dicembre. All’inaugurazione sarà presente il sindaco e ogni classe riceverà un pensierino per l’impegno profuso.

Il tradizionale presepe con le grandi statue lignee sotto la Loggia del Municipio, verrà invece inaugurato, presenti il sindaco e il vescovo che impartirà la benedizione, alle 17 in collaborazione con l’Oratorio Don Bosco. Ad accompagnare il momento saranno letture e musiche a tema, a cura dei ragazzi dell’Oratorio. Introdurrà l’evento, strutturato in tre momenti dedicato a tre figure emblematiche, una riflessione del cardinal Martini sul significato del Natale per i credenti. Alla figura dell’angelo sarà dedicata la lettura tratta dalle Omelie sulla natività di Gregorio Nazianzeno, accompagnata dall’esecuzione del brano della tradizionale natalizia Gloria in excelsis Deo. I re magi verranno celebrati con la poesia di Eliot, “Il Viaggio dei magi”, accompagnata dal Canone di Johann Pachelbel. La figura di Giuseppe verrà ricordata attraverso Il ballo dell’obbedienza di Madaleine Delbrel, e il brano Tu scendi dalle stelle.

Due saranno i momenti musicali del Natale in Città sabato 8 dicembre, in chiesa e in piazza. Nella Chiesa dei SS. Ruperto e Leonardo di Vallenoncello alle 16.30, per il ciclo Concerti nelle chiese, il maestro Mario Scaramucci dirigerà il Coro Primo Vere di Rorai Piccolo per un singolare Concerto di Natale con l’accompagnamento del maestro Dewis Antonel al pianoforte. L’appuntamento offrirà un viaggio tra i brani natalizi della tradizione italiana, europea e americana dalle dolce melodie di Cantique de Noel e Tu scendi dalle stelle agli spirituals. Apriranno il concerto alcuni brani mariani tra cui il Salve Regina e Maria Mater Gratia di Faurè dedicati all’Immacolata Concezione. Il coro femminile in questi anni si è esibito alla mostra dei presepi a Poffabro, durante i tradizionali concerti natalizi di Porcia, a Bolzano, nel Rathaus di Vienna e a Salisburgo ottenendo sempre un bel consenso di pubblico. Mario Scaramucci è anche direttore del Coro Polifonico “Città di Pordenone” e pianista accompagnatore del “Chancel Choir” della base USAF di Aviano. Docente di teoria e solfeggio al Conservatorio “Agostino Steffani” di Castelfranco, è diplomato in organo, composizione organistica, musica corale, direzione di coro e clavicembalo. Ha al suo attivo più di ottocento concerti come solista e in formazioni cameristiche e orchestrali. Dewis Antonel, diplomato in pianoforte al Conservatorio Statale “G. Frescobaldi” di Ferrara collabora a progetti teatrali e multimediali come consulente musicale e autore di commenti sonori. Da diversi anni segue l’attività concertistica del “Coro Polifonico Città di Pordenone” sia in veste di corista che di accompagnatore. Ingresso libero.

A riscaldare piazza XX Settembre, che ospita il mercatino natalizio solidale, ci penserà alle 17, la Blue Night Jazz Orchestra, formazione bellunese, diretta da Didier Ortolan composta da 18 musicisti con il classico organico della big band americana: trombe, tromboni, saxofoni, sezione ritmica e vocalist. Caratterizzata in maniera innovativa dal repertorio che associa la sonorità e la forza tipica della big band allo stile moderno e alla notorietà dei brani proposti, spaziando tra jazz, swing e latin, La formazione individuale dei musicisti è avvenuta presso scuole di jazz e conservatori; le esperienze svolte in varie band ed ensemble hanno contribuito alla successiva maturazione artistica. Per l’occasione “guest star” sarà il cantante Marcello Calogero, in arte Marcè: nato nel cantautorato italiano è passato attraverso diverse esperienze musicali e discografiche sia individuali che di gruppo sperimentando nel tempo vari stili musicali, dal Pop al Rock al Rithm’n Blues, fino ad approdare più recentemente e in modo più stabile allo swingjazz, approfondendo in particolare il repertorio di Michael Bublè e rivisitando alcuni intramontabili standard di Frank Sinatra. Repertorio che proporrà in piazza assieme ad altre hits come “Me & Mrs Jones”, “For once in my life”, “The Summer Wind” e “Moondance”.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!