Da Confartigianato contrasto alle molestie sul lavoro

17 Novembre 2018

UDINE. «Ogni atto o comportamento che si configuri come molestia o violenza nei luoghi di lavoro è inaccettabile; è riconosciuto il principio che la dignità dei lavoratori e delle lavoratrici non può essere violata da atti o comportamenti che configurano molestie e violenza, i quali vanno denunciati. Lavoratori e lavoratrici hanno il dovere di collaborare al mantenimento di un ambiente di lavoro in cui sia rispettata la dignità di ognuno».

La firma dell’accordo

Sono questi i principi cardine che le associazioni di categoria artigiane Confartigianato Fvg e Cna hanno ribadito sottoscrivendo ieri a Udine con le parti sindacali Cgil, Cisl e Uil l’Accordo regionale «Per il contrasto alle molestie e alla violenza nei luoghi di lavoro», presente la Consigliera regionale di Parità, Roberta Nunin. Con tale atto imprenditori e rappresentanti dei lavoratori si impegnano a «diffondere in maniera capillare i contenuti dell’accordo», a «favorire» l’adozione di pratiche che rendano solida all’interno dei contesti organizzati il principio «della inaccettabilità di ogni atto e/o comportamento che si configuri come molestia o violenza nei luoghi di lavoro»; a «promuovere e incoraggiare in ogni azienda comportamenti coerenti» con i principi enunciati nel documento; a «responsabilizzare le aziende perché tutelino i lavoratori e le lavoratrici»; a effettuare annualmente un monitoraggio di verifica dell’applicazione dell’accordo.

Il documento impegna le parti altresì ad attivare molteplici azioni nell’ottica della prevenzione, individuando nei percorsi formativi in cui sono coinvolti i lavoratori uno dei canali privilegiati per «diffondere tra i dipendenti e i dirigenti la cultura del rispetto della persona», anche con il coinvolgimento di figure istituzionali. L’Accordo e i suoi contenuti, inoltre, devono essere diffusi e conosciuti tra tutte le figure che operano in ambito aziendale, dai medici competenti delle imprese associate ai rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza territoriale all’Organismo paritetico regionale dell’artigianato. Ciò al fine di rendere concretamente assicurato l’esercizio del ruolo di rappresentanza che loro compete nella valutazione del rischio da stress di lavoro correlato; nell’elaborazione, individuazione, attuazione e verifica delle misure di prevenzione da adottare in azienda per tutelare la salute psicofisica dei lavoratori; nella definizione degli interventi formativi in materia.

L’Accordo è stato siglato da Graziano Tilatti e Filomena Avolio, rispettivamente presidente regionale di Confartigianato Fvg e presidente del Movimento donne impresa Fvg; da Nello Coppeto e Patrizia Aloe, rispettivamente presidente di Cna Fvg e presidente di Cna Impresa Donna; dai sindacalisti Orietta Olivo, Claudia Sacilotto e Magda Gruarin rispettivamente rappresentanti di Cgil, Cisl e Uil.

Condividi questo articolo!