Cure termali agli anziani: resta un solo pullman libero

14 Agosto 2019

PORDENONE. Fanno bene al cuore e sono realizzate col cuore, le cure termali organizzate dall’associazione San Valentino di Pordenone, sempre più in prima linea per quanto concerne iniziative in campo sociale e sanitario, con un occhio di riguardo per le fasce di età più avanzate. L’iniziativa, da quando ha preso avvio nel 2012 per dare la possibilità di usufruire delle cure termali alle terme di Bibione in convenzione con il servizio sanitario nazionale anche a chi avesse difficoltà logistiche, ha riscosso sempre maggiore interesse.

Nella prima parte dell’anno sono stati fatti 3 turni dando un servizio a 130 persone, che hanno così potuto raggiungere comodamente in pullman e in giornata il complesso termale. Grazie al sostegno di Fondazione Friuli, inoltre, il bus è cardioprotetto in quanto viaggia con un defibrillatore a bordo e con persone formate con corso Blsd, e l’associazione può mantenere un costo trasporto molto basso accessibile a tanti o trasportare gratuitamente i soci che non hanno la possibilità di pagare. Ora è in corso di programmazione il ciclo autunnale: anch’esso prevede 3 turni serviti da tre corriere, di cui due sono già al completo.

Dopo la pausa estiva riprenderanno tutte le attività dell’associazione, come i gruppi di cammino, una attività anch’essa che sta riscuotendo sempre maggiore interesse, col suo connubio tra salute e socialità. A dare il la ufficiale alla programmazione autunnale sarà martedì 3 settembre alle 18.30 nel Convento di San Francesco il convegno Costruiamo insieme la salute che quest’anno verterà sul tema “Guadagnare salute attraverso l’uso consapevole e responsabile dei farmaci”. Si parlerà di sicurezza di tutte le prestazioni sanitarie, dal singolo esame diagnostico al percorso assistenziale, con una particolare attenzione all’uso sicuro dei farmaci e l’uso corretto degli antibiotici.

Condividi questo articolo!