Coldiretti Pordenone ha incontrato l’assessore regionale Zannier

24 Agosto 2018

Da sinistra: De Munari, Zannier e Zolin.

SPILIMBERGO – Il presidente della Coldiretti di Pordenone Matteo Zolin, accompagnato dal vice Marco De Munari e dal direttore Antonio Bertolla, ha incontrato l’assessore regionale  alle Risorse agroalimentari Stefano Zannier all’ufficio zona Coldiretti di Spilimbergo. Quasi due ore di confronto su parecchi temi, alcuni generali e altri strettamente legati al territorio pordenonese. “Abbiamo avuto modo –ha commentato Zolin– di comunicare la posizione di Coldiretti Pordenone rispetto a parecchie questioni che l’assessore aveva già ben presenti. L’incontro –ha spiegato il presidente- è stato molto utile anche per capire come rapportarci in questa fase che vede coincidere l’avvio dei lavori del nuovo assessorato con quello della Coldiretti Pordenone fresca di rinnovo.”

Oltre all’analisi dei problemi più urgenti (pagamenti Piano di sviluppo rurale, cimice, nutrie e selvatici, impianti vigneti, crisi cereali e latte) Coldiretti ha portato anche delle proposte e illustrato progettualità che il nuovo consiglio provinciale intende attuare.

È stata inoltre positivamente accolta dall’assessore Zannier la richiesta di un ruolo di regia regionale che possa guidare e supportare amministrazioni comunali e associazioni nella gestione dei rapporti fra agricoltura e cittadini, accompagnando così con equilibrio il percorso di cambiamento dell’agricoltura già in atto verso una maggiore sostenibilità, e dando concreti e scientifici punti di riferimento per eventuali adeguamenti dei regolamenti di polizia rurale .

“Stefano Zannier –ha aggiunto Zolin– è uomo del nostro territorio e questo ci ha agevolato in questo primo confronto. Abbiamo confermato all’assessore la disponibilità di Coldiretti a lavorare con responsabilità insieme alla Regione per portare beneficio alle nostre aziende agricole; una agricoltura forte e distintiva –ha concluso il presidente- porta economia, indotto, ambiente, tutela del territorio e turismo.”

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!