Coldiretti alla Regione: bene i 7 milioni, ma fate di più

12 Agosto 2015

Coldiretti Fvg apprezza lo stanziamento di 7 milioni di euro per l’agricoltura da parte della Regione, ma chiede alla presidente Debora Serracchiani di fare, quando possibile, un ulteriore sforzo. E’ questa la posizione di Coldiretti Fvg all’indomani dell’annuncio dell’assessore Cristiano Shaurli dello stanziamento di nuove risorse. “Diamo atto alla Regione, dopo l’incontro con la presidente Serracchiani e l’assessore Shaurli, di aver compreso i problemi del settore, di averli condivisi e di aver risposto con serietà, coerenza e tempestività. Non possiamo che essere quindi soddisfatti – spiega il presidente di Coldiretti Fvg, Dario Ermacora – ma chiediamo alla Regione, vista la situazione di grave sofferenza in cui versano quasi tutti i settori agricoli ed in particolare quelli della zootecnia da latte e da carne, di fare un ulteriore sforzo e di prevedere un ulteriore tranche”.

“I 7 milioni di euro subito disponibili per le necessità creditizie sono una risposta concreta alla principale richiesta espressa dalle imprese agricole della regione”. L’assessore regionale all’agricoltura Cristiano Shaurli, ha sintetizzato così il decreto con il quale ha provveduto ad aggiornare gli indirizzi programmatici di spesa del Fondo di rotazione regionale in agricoltura, lo strumento attraverso il quale la Regione eroga, sotto forma di finanziamenti agevolati, una parte consistente degli aiuti destinati al settore primario. I numeri dell’operatività del Fondo nel 2015 dicono che, dei circa 50 milioni di euro di finanziamenti sin qui erogati nel 2015, quasi 30 riguardano la ristrutturazione finanziaria delle imprese agricole. Si tratta di una tipologia di finanziamento che consente alle aziende il ripianamento delle passività, vale a dire di “raggruppare” i debiti esistenti in un unico finanziamento con durata anche di quindici anni ed erogabile a tasso zero. Condizioni, queste, molto favorevoli ed appetibili, ma che da sole non bastano a motivare il flusso davvero consistente di domande di accesso al beneficio.

Dopo l’erogazione dei 30 milioni di euro di finanziamenti che ha esaurito integralmente le disponibilità riservate ad inizio anno all’intervento, sono pervenute in Regione ulteriori importanti richieste. Il decreto di Shaurli, perciò, consentirà da subito di finanziare parte di quelle richieste per un ammontare di 7 milioni di euro ed andrà ad aggiungersi ad una disponibilità sul fondo di rotazione per nuovi investimenti di circa 19 milioni che dalle stime attuali permetterà di rispondere a tutte le richieste del 2015. “I dati testimoniano quanto l’intervento pubblico così congegnato possa risultare determinante” ha aggiunto Shaurli. “Le imprese agricole della regione, infatti, pur se in difficoltà hanno continuato a realizzare investimenti anche nella fase più acuta della depressione economica e del costante e comune peggioramento delle condizioni generali di accesso al credito, mentre nel resto del Paese si è assistito ad una drastica contrazione degli investimenti”.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!