Cellulari muti a Villanova delle Grotte: parte la protesta

11 Luglio 2017

LUSEVERA. Manca il segnale telefonico. Turisti e residenti sul piede di guerra a Villanova delle Grotte. Il presidente del Gruppo Esploratori e Lavoratori Grotte di Villanova, Mauro Pinosa, in piena stagione turistica, chiede di risolvere al più presto il grave disservizio, che ha pesanti ripercussioni sulle Grotte di Villanova e sui quattro locali che lavorano proprio grazie alle grotte. «Dall’avvento della telefonia mobile – spiega Pinosa – Villanova delle Grotte, come altri piccoli paesi di montagna, risulta notevolmente penalizzato nella ricezione del segnale dei vari gestori telefonici. Villanova, a differenza di altri paesi, ha sviluppato, grazie alle Grotte, una forte connotazione turistica. Abbiamo ricevuto migliaia di lamentele, da residenti, turisti e anche da chi torna in paese per le vacanze estive. In molte zone c’è scarsa o totale assenza di segnale. Non dimentichiamo, inoltre, che in questo Comune abitano molti anziani e non tutti possono permettersi una linea telefonica fissa, considerati i costi. Tante persone anziane sono impossibilitate a comunicare tramite cellulare, anche in caso di bisogno. Come se non bastasse, la linea telefonica fissa è in condizioni pietose, con molti alberi caduti pericolosamente sui cavi telefonici. Tempo fa, proprio per questo motivo, ho inviato, con tanto di fotografie allegate, un esposto in Procura e al prefetto».

Pinosa si dice esasperato e pronto a dare battaglia. «Tutto il lato sud del paese (borghi Russa e Zaiama, tutta la zona delle grotte Feruglio, Doviza, Abisso di Vigant e l’area che da Villanova va verso Borgo Vigant e Chialminis), dove migliaia di turisti ogni anno vanno a camminare, non è coperta dalla rete mobile. I turisti, anche chi percorre l’area in bicicletta, non hanno la possibilità di telefonare in caso di incidente. Siamo dovuti intervenire personalmente per cadute di ciclisti ed escursionisti, fortunatamente non gravi, perché i cellulari non avevano segnale. E’ assente anche la rete internet veloce, quanto mai necessaria in una località turistica. Ringrazio la Regione e PromoTurismo Fvg perché hanno fatto e stanno facendo la loro parte per lo sviluppo turistico della valle. Ora anche l’amministrazione comunale, che sembra disinteressarsi completamente al problema, deve intervenire».

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!