Cam.TV, social friulano dove i “like” valgono denaro

9 Aprile 2019

GONARS. Tutto esaurito a Bologna per Cam.TV, start up digitale friulana inventrice del primo social network in cui i “like” valgono denaro. 320 sostenitori di Cam.TV da tutta Italia e da Svizzera, Spagna e Francia si sono ritrovati nello stesso luogo dove la piattaforma è stata ufficialmente aperta dieci mesi fa in versione beta. A giugno 2018, infatti, sempre a Bologna, veniva alla luce Cam.TV, sogno, friulano di nascita, condiviso oggi da oltre 2.500 sostenitori, chiamati founder, che hanno partecipato alla campagna di crowdfunding più grande d’Italia, che ha raccolto in pochi mesi nel 2018 3,2 milioni di euro. L’iniziativa di raccolta fondi, a favore del progetto di sharing economy, farà presto il bis in Svizzera, dove a giorni partirà il crowdfunding.

Gabriele Visintini

A Bologna in questi giorni si è svolto il primo Cam.TV Lab che ha visto sul palco Gabriele Visintini, ideatore del progetto e amministratore delegato della società, Alessandro Brunello, responsabile Marketing e Comunicazione e Matteo Maurizio, responsabile commerciale Cam.TV. «Il progetto – ha dichiarato Gabriele Visintini – sta riscuotendo un grande successo e suscita curiosità: a oggi la piattaforma conta 70.000 iscritti, che per una versione beta sono un numero considerevole, e le domande di partecipazione al Cam.TV Lab hanno superato ogni aspettativa. Per far fronte alle richieste abbiamo aggiunto ulteriori 30 posti last minute».

Durante il workshop i 320 presenti all’evento, di cui 49 diventati founder proprio a Bologna, hanno sperimentato alcune delle funzioni già attive di Cam.TV, dalla predisposizione di un canale personale, alla creazione di post e articoli, alle videochiamate; hanno inoltre visto in anteprima la funzione webinar uno a molti, che sarà disponibile agli iscritti Cam.TV nel corso del mese aprile.

Cam.TV è ispirata al concetto anglosassone di Social Company, azienda condivisa con i propri utenti, Cam.TV settimanalmente distribuisce il volume d’affari ai propri sostenitori, chiamati founder, in possesso di Funding Bonus. Idea condivisa da più di 2.500 founder, e scopo con cui è nato il progetto, è trasformare il riconoscimento del talento umano in guadagno concreto, rivoluzionando il mondo dei social network: non più solo segnale di apprezzamento, il like, che in Cam.TV è legato ad una criptovaluta chiamata LikeCoin, nell’innovativa piattaforma ha attualmente il valore di 0,01 euro e nutre un e-wallet all’interno dell’applicazione, collegato a una carta di debito per il prelievo di contanti in euro.

Il Lab a Bologna

L’AZIENDA
Ambizione internazionale e cuore pulsante in Friuli Venezia Giulia: nell’headquarter di Gonars operano 30 persone, tra cui i fondatori. Il suo visionario ideatore e amministratore delegato è il friulano Gabriele Visintini, imprenditore digitale che già nel 1999 ne aveva abbozzato lo scheletro, con l’obiettivo di realizzare un sistema dedicato alla visualizzazione di video online per mettere a disposizione le proprie competenze, anticipando altre piattaforme. Il progetto negli anni prende corpo e, da sistema focalizzato sui video, amplia la propria portata, integrando altre rivoluzioni quali l’invenzione della criptovaluta e le meccaniche proprie dei social network. Con un gruppo di amici e specialisti nei settori IT, digitale e comunicazione formato da Ivan Prez, Marco Minin e Alessandro Brunello, Visintini nel 2017 fonda Cam.TV, la piattaforma attualmente on-line, che dal 2 giugno 2018 ha ufficialmente aperto i battenti al pubblico in versione beta.
«Da molti anni coltivo il sogno di permettere alle persone, anche senza strumenti tecnologici avanzati, di crearsi un’attività mettendo a disposizione le proprie passioni e competenze» spiega l’amministratore delegato. «Con Cam.TV ho voluto dare risposta proprio all’esigenza di diffondere qualunque tipo di sapere, principalmente con un mezzo in crescita come i video, e, contemporaneamente, ricavarne un guadagno economico».

LA PIATTAFORMA
Oggi Cam.TV è molto più che un social network e integra nella stessa piattaforma digitale diverse funzionalità (mostrare un servizio/prodotto, gestire il rapporto con i clienti, pagare), che un utente tradizionalmente trova frammentate in strumenti differenti (sito, social network, blog, piattaforme e-commerce, video ed e-learning). Cuore del progetto è il servizio di chat e videocall che, per la prima volta in un social network, consente conversazioni sicure e criptate con sistema di pagamento integrato.

Specifica l’Ad Gabriele Visintini: «Ciò che gli altri founder trovano interessante di Cam.TV è la possibilità di svolgere tre azioni in uno stesso marketplace: effettuare una ricerca, trovare un professionista in videocall (ricevendo quindi una risposta personalizzata non da un algoritmo, bensì da una persona in carne ed ossa), pagare la consulenza in LikeCoin». La criptovaluta accumulata nell’e-wallet del singolo utente può essere riconvertita in euro in qualsiasi momento e utilizzata fuori dal circuito digitale, prelevando i contanti al bancomat con la Cam Card, la carta di debito di Cam.TV. Attualmente fornita ai founder President, sostenitori al livello più alto di contribuzione, nel prossimo futuro sarà disponibile anche per tutti gli altri utenti che ne facciano richiesta.

www.cam.tv

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!