Balloch, ambasciatore di Cividale e del Friuli

29 dicembre 2011

Invito dagli Usa per il Sindaco di Cividale Stefano Balloch che parteciperà al “Good regional Government and engagement in the broader world”, il programma internazionale offerto dal Dipartimento di Stato americano alle personalità emergenti della vita politica e amministrativa all’estero. E’ la sorpresa che l’Ambasciata americana in Italia ha riservato al primo cittadino di Cividale, scelto tra decine di amministratori e politici emergenti assieme ad altri quattro amministratori locali italiani, per prendere parte al programma internazionale di scambi culturali amministrato dal Dipartimento di Stato che si terrà tra gennaio e febbraio. L’invito è giunto direttamente dall’ambasciatore David H. Thorne, dopo che il Dipartimento ha completato la selezione dei candidati a partecipare al programma, che è stato poi formalizzato in dettaglio dopo gli incontri tra Balloch e il console Robert Palladino, delegato per rapporti con la stampa e culturali tra i due Paesi.

Balloch partirà dunque a gennaio per un viaggio di 3 settimane che gli consentirà non solo di incontrarsi con esponenti del governo degli Stati Uniti, ma anche con cittadini americani interessati a condividere esperienze professionali con amministratori locali italiani. Sarà dunque un’occasione per tessere importanti relazioni oltre oceano a favore della Città Ducale, proprio nell’anno del riconoscimento Unesco, biglietto da visita straordinario soprattutto nel settore turistico e culturale. Inoltre, il Sindaco avrà la possibilità di visitare diverse città e regioni degli Stati Uniti per approfondire la conoscenza della complessa e multiforme realtà contemporanea americana.

Il programma della visita, che si svolgerà dal 14 gennaio al 4 febbraio, è fittissimo e prevede oltre 30 incontri istituzionali con tappe in 5 città di altrettanti paesi degli Stati Uniti: Washington, Albany (New York), Reno nel Nevada, Austin in Texas e Detroit nel Michigan. Il programma si pone diversi obiettivi tra cui quello di esaminare il sistema politico e federale statunitense, esplorare l’impatto economico e sociale della globalizzazione e come questa sia stata affrontata dai governi locali e regionali americani, conoscere alcune “best practice” nell’attrazione di investimenti per la promozione del territorio ed approfondire le tematiche legate all’immigrazione e all’integrazione sociale. Balloch sarà inoltre protagonista di un interessante confronto tra l’esperienza del Friuli Venezia Giulia come esempio di regione che ha saputo rinascere dalla catastrofe del terremoto e quella del Maryland, colpito dai disastri provocati dalle alluvioni e dall’uragano Irene.

“E’ una grande opportunità – spiega il Sindaco Stefano Balloch – che mi lusinga e mi onora tanto sul piano personale che come amministratore poiché mi offre la possibilità di far conoscere Cividale negli Stati Uniti, attivando relazioni di alto livello, qualificate e realmente interessate ad uno scambio culturale tra i due paesi”.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!