All’incontro coi candidati c’è anche chi ti ha salvato la vita

23 febbraio 2018

TRIESTE. «La campagna elettorale non è solo un momento di confronto fra idee e candidati, ma anche l’occasione per incontri che hanno dello straordinario». Lo racconta Sandra Savino a margine di un evento organizzato da Forza Italia a Venzone. «Alle fine degli interventi dei candidati – ricorda Savino – si è avvicinato al tavolo una persona del luogo che ha voluto ringraziare la dottoressa Laura Stabile per avergli salvato la vita 25 anni fa».

Mauro Modotto, questo il nome della persona, il 2 aprile del 1993, allora poco più che ventenne, stava lavorando nel cantiere della Grande Viabilità di Trieste quando rimase folgorato da una scarica elettrica da 5.000 volt che lo mandò in arresto cardiaco. Fu salvato dall’arrivo immediato di un’automedica partita dall’ospedale di Cattinara che, grazie al defibrillatore, riuscì a far ripartire l’attività cardiaca del paziente e, quindi, salvato dagli operatori dell’unità di Medicina d’Urgenza dell’ospedale triestino. «La dottoressa che coordinò e restituì la vita al signor Modotto era Laura Stabile» ha ricordato Sandra Savino.

Una storia a lieto fine, conclude la candidata di Forza Italia, complimentandosi con la collega Stabile la quale ha colto l’occasione per criticare l’organizzazione dell’emergenza di oggi che, portando la Centrale unica a Palmanova, ha come minimo raddoppiato i tempi di risposta rendendo complicati salvataggi del genere.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!