Al via il servizio civile solidale al Piccolo Principe di Casarsa

29 Settembre 2018

CASARSA DELLA DELIZIA – Ragazze e ragazzi che si mettono in gioco per il bene della loro comunità: selezione dei candidati completata e ora è tempo di partire con il Servizio Civile Solidale al Piccolo Principe di Casarsa della Delizia. Saranno 4 i volontari che, grazie al progetto “Metti in circolo i tuoi talenti”, avranno la possibilità di impegnarsi in iniziative sociali sul territorio.

Su oltre 12 candidature, sono stati selezionati quattro giovani. Si tratta di Paola Pilosio, Alberto Coccolo, Greta Girardi e Valentina Morello, tutti con un’età compresa tra i 16 e i 17 anni. “In totale quest’anno abbiamo ricevuto ben 12 candidature – ha spiegato Elisa Paiero, responsabile dei servizi per i giovani della cooperativa Il Piccolo Principe – e la selezione non è stata facile, alla luce della grande motivazione e voglia di mettersi in gioco espresse dai ragazzi”.

I quattro giovani volontari faranno esperienza in alcuni dei servizi della cooperativa sociale casarsese: al Progetto Giovani di Casarsa, al Servizio Socio Educativo Pomeridiano (il doposcuola), al Centro Socio Occupazionale per disabili e al Punto Verde estivo. Inizieranno il loro servizio lunedì 8 ottobre e saranno impegnati per un totale di 360 ore (durante il periodo scolastico faranno servizio per due pomeriggi a settimana).

“Per la nostra cooperativa – ha aggiunto Paiero -, il Servizio Civile Solidale vuole essere un’esperienza arricchente e di crescita per offrire ai ragazzi la possibilità di sperimentare le proprie abilità e competenze, acquisirne di nuove, confrontarsi con il mondo adulto in un’ottica di dialogo e di crescita reciproca, conoscere meglio il territorio ed essere protagonisti di attività e iniziative”.

L’iniziativa “Servizio Civile solidale”, promossa dalla Regione Friuli Venezia Giulia ed avviata nel 2009, è nata proprio per stimolare la partecipazione dei giovani dai 16 ai 17 anni in esperienze di solidarietà e di cittadinanza attiva. L’obiettivo è quello di promuovere tra i ragazzi una cultura della pace, della solidarietà e della non violenza attraverso progetti che veicolano messaggi di impegno civile e favorendone l’ingresso nel mondo del lavoro con un’accresciuta consapevolezza delle tematiche sociali e del proprio ruolo nella società.

Ma questa non è l’unica occasione per mettersi alla prova e prestare servizio all’interno del Piccolo Principe. “Stiamo cercando nuovi volontari – fa sapere il presidente Luigi Cesarin – in particolare per il servizio del doposcuola. Chi fosse desideroso di mettersi al servizio per supportare gli educatori nell’affiancamento dei compiti e nella relazione con i ragazzi durante questo anno scolastico appena iniziato, può farsi avanti oppure può scriverci una email a e.paiero@ilpiccoloprincipe.pn.it. Abbiamo bisogno di nuove risorse su cui poter contare”.

Il 1° settembre è partito anche il progetto di servizio di volontariato europeo in Croazia, a Verteneglio, denominato T.E.N. “Team for European Networking”. Il Piccolo Principe di Casarsa si è occupato della selezione del volontario europeo che presterà servizio fino al 31 luglio 2019 (11 mesi) in Croazia insieme ad altri tre volontari europei provenienti dalla Germania, dalla Repubblica Ceca e dal Montenegro. Tra le numerose candidature arrivate, è stata selezionata Marta Ceotto di Sequals, laureata in lingue e letterature straniere e con alle spalle esperienza di progetti di volontariato e di formazione all’estero, in particolare in Serbia. “Siamo stati molto lieti di poterci occupare della selezione del volontario europeo, assieme all’ente di accoglienza, l’organizzazione The Local Democracy Agency (LDA) di Verteneglio – ha spiegato Elisa Paiero -; come Piccolo Principe crediamo molto in queste esperienze: da molti anni accogliamo nei nostri servizi volontari europei e sappiamo quanto si rivelino risorsa preziosa, al tempo stesso come area Giovani della cooperativa vogliamo incentivare la partecipazione dei ragazzi ad esperienze di respiro europeo, per far sperimentare concretamente la collaborazione, l’apertura culturale e l’integrazione. Presto – ha aggiunto – come Piccolo Principe ospiteremo noi stessi due volontari europei”. Quest’anno i progetti di volontariato rientrano  all’interno del Corpo Europeo della Solidarietà dell’Unione Europea, impegnato ad offrire maggiori e pari opportunità ai giovani nell’istruzione e nel mercato del lavoro e ad incoraggiare i giovani a partecipare attivamente alla società.

Condividi questo articolo!