Additive Fvg Square sempre più un punto di riferimento

14 Gennaio 2019

UDINE. Friuli Innovazione si conferma punto di riferimento internazionale nell’ambito delle tecnologie additive, tanto da essere scelto da Eos, azienda tedesca leader nelle tecnologie per la stampa 3D industriale, come sede per il proprio Regional Meeting Annuale. Una due giorni di aggiornamento, confronto e pianificazione che ha visto coinvolti collaboratori provenienti non soltanto dall’Italia, ma anche da Germania, Francia e Spagna.

Eos M290

Si intensificano le collaborazioni fra Eos e Friuli Innovazione, avviate meno di due anni fa e che nel 2018 hanno portato alla realizzazione di Additive Fvg Square: la prima piazza additiva in Italia dove, grazie a una partnership pubblico/privato le imprese possono sperimentare direttamente potenzialità e vantaggi di queste tecnologie. Infatti, le prime aziende coinvolte – Brovedani Group, Gruppo Cividale, Sms Group, Thermokey e Wärtsilä – hanno iniziato in Additive Fvg Square a partire dallo scorso ottobre un percorso collettivo di formazione e sperimentazione collaborativa attraverso l’utilizzo di una macchina Eos M290, l’ultima frontiera della stampa 3D industriale della casa madre tedesca Eos.

Durante la due giorni anche un incontro per rivedere il piano delle nuove iniziative comuni che, nel 2019 riguarderanno in particolare le competenze e le startup. A febbraio è già in programma un nuovo incontro con il Board di Eos. Additive Fvg rappresenta un esempio virtuoso di open innovation per le aziende e di collaborazione tra realtà, quali Friuli Innovazione e il Comet, Cluster della metalmeccanica in Friuli Venezia Giulia, capaci di anticipare i tempi, confrontarsi col territorio e concretizzare rapidamente azioni finalizzate ad accelerare lo sviluppo della nostra Regione anche grazie alle competenze dell’Università di Udine. L’iniziativa, ha preso forma grazie al contributo della Regione Fvg, sempre più attenta e selettiva per proiettare nel futuro le imprese del territorio, e dal 2019 avrà anche il sostegno del Cosef (Consorzio di Sviluppo Economico del Friuli) che valuta particolarmente distintivo per i propri insediati poter avere un luogo di confronto e sperimentazione di livello internazionale su queste tecnologie.

“Additive Fvg Square, è un passo fondamentale per lo sviluppo di competenze nell’ambito dell’Additive Manufacturing anche nel nostro Paese- ha commentato Giancarlo Scianatico, Regional Manager per l’Italia di Eos -. L’impegno promosso dalle tante realtà produttive del Friuli Venezia Giulia e del Nord Est Italia in generale è un vero e proprio esempio di come sia possibile porre le basi per la creazione di nuove e reali opportunità di business anche per un settore in crescita come questo. In qualità di azienda leader del mercato a livello globale, per EosS è un onore poter mettere a disposizione la propria esperienza e le proprie soluzioni per l’avvio del nuovo centro di Friuli Innovazione. Un vero e proprio laboratorio di idee, collaborazione e sperimentazione che si concentrerà su una tecnologia come l’Am che siamo convinti possa offrire inedite possibilità e capacità produttive realmente in grado di rimodellare i flussi di lavoro dell’industria italiana sotto ogni punto di vista e in qualunque settore industriale.”

“Additive Fvg Square, è uno degli esempi che meglio fa comprendere cosa significhi essere una piattaforma di innovazione, ovvero saper cogliere e sviluppare una visione comune tra molteplici e diversi soggetti per traguardare un comune obiettivo in modo snello, veloce ed efficace. Ecco perché Friuli Innovazione è innovAction platform” – ha commentato Fabio Feruglio, Direttore di Friuli Innovazione.

Condividi questo articolo!