Wunderkammer (Trieste): si vola con lo spettacolo Aria

14 Marzo 2016

Claire de lune0246 come oggetto avanzato-1 copiaTRIESTE. Si vola tra gesti e musica martedì 15 marzo alle 21 con la decima edizione di Wunderkammer Festival con una prima assoluta: Aria, un appuntamento inserito nella rassegna TS Danza 2.0 del Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia che da quest’anno “è molto soddisfatto di iniziare una sinergia con il Festival di musica antica Wunderkammer”. Lo spettacolo, in scena alla sala Bartoli è giocato sul doppio significato di elemento aereo e di struttura musicale. Si tratta di una danza aerea che vede coinvolti i musicisti dell’ensemble Conductus e le danzatrici aeree Giulia Scudeletti e Simona Gallo. Ne scaturisce un affascinante studio del movimento del corpo in sospensione sui suoni degli strumenti, una ricerca sull’espressione corporea in aria, sull’interpretazione personale, su modi diversi di abitare la verticalità attraverso ad attrezzi che sono appartenuti al teatro circo, come i tessuti aerei, il cerchio e la corda liscia.

Nomi di grande prestigio per questa decima stanza delle meraviglie animeranno il festival fino al 28 aprile 2016: la cantante rock Chiara Vidonis per la serata baROCK, il liutista spagnolo Xavier Díaz-Latorre, e ancora Federick Haas e Paola Erdas, tra i più innovativi clavicembalisti del panorama internazionale, la vincitrice del Concorso di Forte piano Internazionale di Roma Sayuri Nagoya e inoltre il flautista Walter van Hauwe, in diretta su Radio3Suite per la Stanza della Musica condotta da Nicola Pedone dall’Auditorium della sede RAI di Trieste. Wunderkammer non è nuovo alla presenza di nomi di grande fama nell’ambito della musica e del teatro. In dieci anni hanno calcato la scena del Festival triestino David Riondino, Hopkinson Smith, Ton Koopman , Marco Beasley, Rolf Lislevand, Anna Azèma, Kees Boeke e gruppi di fama mondiale come l’Ensemble Odhecaton, laReverdie, Ghislieri Consort, De labyrintho, Le Baroque Nomade e Cantica Symphonia.

Secondo appuntamento Wunderkammer, in collaborazione con il Rossetti e con il festival sloveno di Brežice organizzato dall’Ars Ramovš Institute for Art, sabato 19 marzo alle ore 21 con la prima nazionale Bach eMotion: spettacolo concepito e interpretato dallo spagnolo Xavier Diaz-Latorre e Tanja Skok, lui al liuto barocco, lei ballerina e coreografa slovena, il primo di tre appuntamenti dedicati a Bach del Festival, la cui scrittura musicale ricca, densa, misteriosa e complessa, è la scena perfetta per l’incontro tra la musica barocca. Seguirà il consueto appuntamento con la Giornata Europea della Musica Antica il 21 marzo attraverso il “Progetto Wunderkammer e Liceo Petrarca”, rivolto ai giovani, e che ha l’intento di arricchire il quadro di riferimento storico-culturale a disposizione degli alunni e sviluppare le competenze necessarie alla produzione/comprensione consapevole di messaggi trasmessi attraverso il linguaggio musicale. In occasione della “Giornata Europea della Musica Antica” – GEMA – data in cui si celebra anche la “Giornata Mondiale della Poesia” si terrà, con l’accompagnamento dei musicisti di Wunderkammer, la lettura di poesie di autori antichi e moderni, in traduzione o in lingua originale, da parte degli alunni del Liceo sul tema “Corpo, cuore, mente: la fisiologia del sentimento in poesia”.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!