Una Voce dal Livenza svela i nomi per la finale d’agosto

11 Luglio 2019

Eliza G

SACILE. Alla fine dello scorso mese, come da programma, con la cornice di Palazzo Ragazzoni, l’Associazione Ensemble Serenissima ha concluso le Semifinali Nazionali del Concorso Europeo per cantanti emergenti Una Voce dal Livenza. Il concorso, inserito nel circuito nazionale Veneto Music Contest, ha visto esibirsi nelle selezioni da gennaio ad aprile 2019, ben 168 cantanti provenienti da tutta Italia e da alcune regioni europee.

“E’ stata una sorpresa vedere una così grande risposta da parte di tanti giovani per un festival musicale che, per motivi economici, ha dovuto fermare le sue attività nel 2009” sono le parole del Patron e Direttore Artistico M° Mario Zanette. “Abbiamo lavorato duramente negli anni passati – prosegue – per dare qualità al concorso. Questo lavoro ci ha ripagati appieno nel tempo, perché accademie, insegnanti e concorrenti riconoscono nel nostro concorso professionalità ed una vera e propria vetrina per il futuro artistico di monti cantanti emergenti. Non dimentichiamo che da questo festival sono usciti artisti che poi hanno avuto il loro successo a livello nazionale e internazionale, vedi Serena Rizzetto, Federica Tellan, Laura Ivan, Graziella Vendramin e non ultimo Rossano Palù”.

I numeri di Una Voce dal Livenza 2019: 15 date di selezione tra Italia, Svizzera, Belgio, Slovenia e Croazia; 168 concorrenti suddivisi in 4 categorie; 4 date di Semifinale Nazionale; 96 Semifinalisti Nazionali; 34 i Finalisti Nazionali suddivisi in 4 categorie. Ed eccoli chi sono, suddivisi per categoria.:

Categoria Under 14 (da 8 a 14 anni) solo cover
Alice Chiappetta – CANEVA (PN)
Chiara Michielini – SACILE (PN)
Chiara Rampazzo – CEGGIA (VE)
Isabel Nardon – S. GIUSTINA IN COLLE (PD)
Lara Andreatta – S. ZENONE DEGLI E.NI (TV)
Paulina Ceantev – FERRARA
Rebecca Piovan – CORDOVADO (PN)
Us Music Band – GENOVA

Categoria Editi (da 15 a 40 anni)
Badr – MONTEBELLUNA (TV)
Elena Baldan – FOSSO’ (VE)
Fabiana Maineri – ROVEREDO IN PIANO (PN)
Georgiana Manea – CURTAROLO (PD)
Iris Aurora Conticelli – MIRA (VE)
Luna Masarà – ROVIGO
Mariachiara Turchet – FONTANAFREDDA (PN)
Mary Andreuzza – CASALE SUL SILE (TV)
Riccardo Tarocco – BOVOLONE (VR)
Sophia Pozzobon – TREVIGNANO (TV)

Michael Baker

Categoria Inediti (da 15 ai 40 anni)
Alberto Pranovi – FOSSO’ (VE)
All Cliché – CARBONERA (TV)
Giulia Mazzoccato – CAVASO DEL TOMBA (TV)
L.O.R.D. – LOREGGIA (PD)
Michela Mussoni – RIMINI
Paolo Moscagiuri – MOTTA DI LIVENZA (TV)
Sara Rossignoli – CURTAROLO (PD)
Silvia Mazzocco – QUERO (BL)

Categoria Over 40 (dai 41 anni in su) solo cover
Taira Del Zotto – Sacile (PN)
Ottaviano Guzzo – Grumolo delle Abadesse (VI)
Cantoni Stefano – Pordenone
Manuela Albanese – Marcon (VE)
Ato Rosignoli – Padova

Social Contest (vincitori contest su Instagram)
Agnese Di Maggio – DOLO (VE) categoria Under 14
Greta Zambon – CANEVA (PN) categoria Editi

Nelle due date di finale, che si svolgeranno a Sacile in Piazza del Popolo il 29 e 30 Agosto, i 34 finalisti verranno giudicati da un trio di professionisti della musica: Michael Baker (Batteriata – Produttore), Andrea Amati (Autore) ed Eliza G (Cantante).

Il multi talento Michael Baker ha dato la sua impronta nel mondo della musica come batterista acclamato in tutti i generi musicali. Si aggiunga alla lista che è anche produttore, autore, cantante e uno tra i direttori musicali più esperti. Il senso del ritmo unico e distintivo lo ha reso uno dei batteristi preferiti tra gli artisti più famosi del mondo come Whitney Houston, Al Jarreau, Michael Jackson, Christina Aguilera e Bruce Hornsby. Come direttore musicale e batterista ha lavorato 18 anni proprio con Whitney Houston, Per molti anni, Michael è stato associato al produttore David Guest come batterista per numerosi spettacoli al Madison Square Garden , incluso il 30 ° Anniversary Special di Michael Jackson. Michael si è esibito con la cantante hip hop Ashanti ai Grammy Awards , alla Carnegie Hall con artisti come Zawinul Legacy Band e Sting nei suoi concerti “Save the Rain Forest” , oltre a concerti con Taylor Dane, Simply Red, Celine Dion e il compianto Aliyah.

Andrea Amati

Andrea Amati inizia la sua attività autorale nel 2001 con etichetta Sony Music Publishing, per poi passare alla Edel Music. Nel 2003 comincia la sua collaborazione artistica con la Warner Chappell, etichetta che mantiene fino al 2017. Dal gennaio del 2018 comincia la sua collaborazione con la Baby Angel Music. Per la Warner collabora con Nek, per il quale compare come autore in 5 album, firmando inoltre 4 singoli: Contromano, Instabile, Notte di febbraio e Vulnerabile. In questi anni collabora inoltre con altri artisti, come Francesco Renga, Marco Masini, Emma Marrone, Annalisa, Franco Califano, Alessandra Amoroso ed altri. Nel 2012 pubblica il suo primo album dal titolo Cambio prospettiva, dove interpreta 8 suoi brani inediti, due dei quali scritti con Fabio Vaccaro. Nel 2014 varca i confini nazionali scrivendo la canzone El amor es la señal per Manuel Mijares. Nel 2017 partecipa per la prima volta come autore al Festival di Sanremo scrivendo, assieme a Tommaso Pini e Andrea Francesca Dall’Ora, la canzone Cose che danno ansia, portata in gara da Tommaso Pini nella sezione Nuove Proposte e vincitrice del Premio Sala Stampa “Lucio Dalla”.

Eliza G – nome d’arte di Elisa Gaiotto – nasce a Sacile nel 1984. Sviluppa sin dalla prima adolescenza una grande passione per la musica house, allenandosi ogni giorno per poter diventare un giorno una cantante. In Italia però la cantante non riesce a raggiungere momenti di vera fama. Eliza perciò cerca successo altrove. Inizia a farsi conoscere in alcuni club in Europa e, successivamente, in America Latina diventando una vera e propria stella della musica House, stregando migliaia di persone con la sua voce. Dopo un lungo periodo passato partecipando a diversi concerti come protagonista assoluta, l’ingresso ufficiale nel mondo discografico avviene però con il singolo d’esordio Summer Lies, alla quale segue Love Is Unbound, brano che scalerà le classifiche di mezzo pianeta. L’Italia, anche dopo tutto il successo internazionale, non pare interessarsi al talento della giovane. Dopo l’incisione – feat David Guetta – di The Way, Eliza ottiene oltre due milioni di visualizzazioni su Youtube. A questo punto cerca di realizzare nuovamente il suo sogno di ottenere la fama nel suo paese natale: nel 2019 varca la soglia di The Voice 2019. L’esibizione di Eliza lascia tutti i coach a bocca aperta, così come il pubblico, dimostrando un’esperienza e una flessibilità canora senza pari. La cantante pordenonese porta il brano Hurt di Cristina Aguilera. Conclusa la performance, e dopo un lungo dibattito dei vari coach, Eliza decide di entrare nel team di Gigi D’Alessio. Nello stesso anno la giovane cantante incide il suo nuovo album Ninety, dedicato ai successi degli anni ’90, rivisti in chiavi alternative.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!