Un viaggio virtuale tra i più grandi telescopi del mondo

18 Marzo 2019

TRIESTE. Vi piacerebbe fare un giro nei più avanzati telescopi sulle Ande cilene o nelle strutture per osservazione astronomica dell’Istituto Nazionale di Astrofisica Inaf in Italia, il tutto comodamente senza spostarvi da Trieste? Detto fatto: il 20 marzo alle 18 nello spazio Trieste Città della Conoscenza (Tcc), Giulia Iafrate e Federico Gasparo, ricercatori dell’Osservatorio astronomico di Trieste, vi accompagneranno in un viaggio virtuale che vi porterà guardare le stelle dalle cime andine. L’incontro è gratuito e aperto a tutti, e fa parte del ciclo di eventi della mostra “Il telescopio di Horn” aperta nello spazio Tcc fino al 28 marzo. Per maggiori informazioni consultare il sito www.triesteconoscenza.it

Per l’occasione verrà presentata la nuova piattaforma di realtà virtuale acquisita dall’Inaf – Osservatorio Astronomico di Trieste nell’ambito del progetto H2020 Asterics. I tour virtuali porteranno alla scoperta dei telescopi dell’Eso, Lo European Southern Obsevatory, presenti e futuri, operativi in Cile e realizzati seguendo l’intuizione del telescopio a tasselli di Guido Horn. In particolare quelli installati al Cerro Paranal e a La Silla (Cile) e il Cerro Amazones dove è in fase di costruzione l’Elt. Questi strumenti osservano il cielo in diverse lunghezze d’onda e porteranno a nuove importanti scoperte della moderna ricerca astrofisica.

Dal lontano Cile si passerà direttamente a navigare all’interno dell’Inaf di Trieste, passando tra gli studi dei ricercatori, il museo e la Specola Margherita Hack di Basovizza, da dove si arriverà ad ammirare il cielo notturno navigabile a 360° in diverse lunghezze d’onda, anche quelle non visibili dal nostro occhio.

Condividi questo articolo!