Un primo premio per il pianista Matteo Bevilacqua

16 Settembre 2019

Matteo Bevilacqua

UDINE. Il pianista Matteo Bevilacqua, ventiduenne studente nel biennio superiore di specializzazione al Conservatorio di Udine, scuola del prof. Luca Trabucco, ha recentemente conquistato uno dei più prestigiosi riconoscimenti nell’articolato panorama dei concorsi pianistici italiani, il primo premio alla quarantaseiesima edizione del Concorso Pianistico Internazionale “Palma d’Oro” di Finale Ligure (SV).

La competizione musicale, dedicata alla memoria del fondatore, il pianista e compositore Aloise Vecchiato, ha quest’anno registrato un successo straordinario e la partecipazione alle preselezioni di oltre cinquanta giovani pianisti provenienti da tutto il mondo, dodici dei quali sono stati selezionati dalla giuria, presieduta da Takahiro Seki e composta, tra gli altri, da Luca Rasca, direttore artistico e docente al “Tomadini” di Udine. L’ambìto riconoscimento, ottenuto pari merito con la pianista giapponese Kiana Reid, consolida il brillante percorso artistico che il pianista friulano Matteo Bevilacqua conduce da alcuni anni, percorso culminato nel diploma in pianoforte con lode a Udine, in una borsa di studio per un corso di perfezionamento tenutosi a New York e in una quindicina di premi pianistici nazionali e internazionali.

Condividi questo articolo!