Un film su Van Gogh con immagini senza precedenti

16 ottobre 2017

PORDENONE. “Loving Vincent” è un’opera titanica, nata dall’unione di arte e tecnologia, che porta lo spettatore all’interno del mondo di uno degli artisti più amati di sempre: Vincent Van Gogh. Scritto e diretto da Dorota Kobiela e Hugh Welchman, realizzato elaborando i quadri dipinti del pittore, il film è composto da migliaia di immagini create nello stile di Vincent van Gogh da un team di 125 artisti che hanno lavorato anni per arrivare a un risultato originale e di enorme impatto. Tutto questo compone “Loving Vincent”, il primo lungometraggio interamente dipinto su tela, che sarà a Cinemazero martedì 17 e mercoledì 18 ottobre alle 21.

Oltre ai più celebri dipinti – da Caffè di notte, Campo di grano con volo di corvi, Notte stellata, o i numerosi ritratti e autoritratti – il film ripercorre la vita dell’artista attraverso una serie di personaggi, come il “Cicerone” Armand Roulin, giovane inconcludente e privo di aspirazioni, che riceve dal padre una lettera da consegnare a mano a Parigi a Théo van Gogh, fratello del pittore che si è da poco tolto la vita. Durante la ricerca dell’amato fratello di Vincent incontrerà Père Tanguy, commerciante di colori, giungendo fino al tranquillo villaggio di Auvers-sur-Oise, a un’ora da Parigi, dal medico che si occupò di Vincent nelle sue ultime settimane di vita, il Dottor Paul Gachet. A chiudere il viaggio nei luoghi dell’artista la locanda dei Ravoux, dove Vincent soggiornò per le ultime dieci settimane e dove il 29 luglio 1890 morì per un proiettile nell’addome.

Un’opera unica che ha conquistato il Premio del Pubblico all’ultimo Festival d’Annecy e che offre allo spettatore un’esperienza visiva senza precedenti.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!