Un coro tra gli abeti Risonanze a Malga Saisera

14 Giugno 2019

Il coro del Fvg

MALBORGHETTO-VALBRUNA. Un bosco, un palcoscenico. Quinte naturali fatte di abeti affusolati, la cui eleganza è preziosa. Nel cuore della Foresta, a Malga Saisera, alle 17 di sabato, va in scena Liederabend. Ecco che il bosco, con Risonanze, diventa una sala da concerto, e fa risuonare un raffinato programma di canzoni corali. Musica nata per gite domenicali, per pranzi en plein air tra amici, musica come colonna sonora del piacere della vita e della bellezza della natura. È il Romanticismo a far tornare il bosco un luogo di incontri segreti, enigmi, leggende e ispirazioni. La cultura del Settecento è una cultura che fiorisce all’interno dei palazzi, è una cultura di eccessi estetici, di paura del vuoto e di inganno della realtà. È invece l’Ottocento che si riconcilia con la natura. E il sentimento della natura, di un legame più intimo dell’uomo con i fiumi, le foreste, i campi è espressa nei canti corali di Schumann, Mendelssohn e Brahms.

Un raffinato programma dedicato a questo prezioso repertorio è proposto dal Coro del Friuli Venezia Giulia diretto da Cristiano Dell’Oste, con Mauro Verona e Andrea Liani (corni), Sara Parpinutti (clarinetto), Emanuela Battigelli (arpa), e Matteo Andri (pianoforte). Ma il palcoscenico di Malga Saisera, alle 11, è protagonista di “Da grande sarò Leonardo da Vinci” uno spettacolo dedicato alla vita e ai sogni di Leonardo a cura di Ludus Musicae. Gli strumenti fantastici di Michele Sangineto, luitaio e ricercatore che ha dato forma e suono agli schizzi musicali leonardeschi, saranno protagonisti, alle 19, del concerto della Antica Liuteria Sangineto. La sera, alle 21, infine, a Palazzo Veneziano, la voce di Nora Amsellem accompagnata da Kira Parfeevets (pianoforte) sarà protagonista di un concerto dedicato all’estate in musica. Gershwin, Poulenc, Debussy e Rachmaninv racconteranno le stagioni in “Summertime”.

Informazioni più dettagliate sul festival ‘Risonanze’ sono reperibili sul sito internet www.risonanzefestival.com o sulla pagina Facebook dedicata. C’è anche un hashtag che è #Risonanze2019.

Condividi questo articolo!