Ultimo concerto per il 2018 del Conservatorio Tartini

17 Dicembre 2018

TRIESTE. Ultimo concerto del 2018 per la stagione autunno/inverno dei Concerti del Conservatorio Tartini di Trieste. Mercoledì 19 dicembre alle 20.30 in Sala Tartini, Zigeunerweisen, con Kloudennas Qerimaj al Violino e Carolina Pérez Tedesco al Pianoforte. In programma musiche di Ludwig van Beethoven (Sonata per violino e pianoforte op. 24 n. 5 “La Primavera”), Johannes Brahms (Sonata in re minore per violino e pianoforte op. 108 n. 3) e Pablo de Sarasate (Zigeunerweisen op. 20). Ingresso libero su prenotazione, tel Conservatorio Tartini 040 6724911 www.conts.it

Carolina Pérez-Tedesco

Fu l’editore ad attribuire il nome di La Primavera a questa sonata di Beethoven in base allo spirito generale del brano, piuttosto allegro e giocoso, il cui tema iniziale scorre fresco ed espressivo, intrecciandosi fra i due strumenti. Il dedicatario fu il mecenate Conte Moritz von Fries che sostenne Haydn, Beethoven e Schubert. Eseguita per la prima volta a Budapest dallo stesso Brahms al pianoforte e Jenö Hubay al violino, l’ultima Sonata per violino e pianoforte, op. 108 n. 3, esalta le possibilità di entrambi gli strumenti con grande lirismo ed andamento appassionato. Fu dedicata al pianista, direttore e compositore Hans von Bülow, primo a parlare delle tre grandi B della musica tedesca (Bach, Beethoven, Brahms). La Zigeunerweisen, composta nel 1878, è uno dei pochi brani di Sarasate che non richiama i motivi tradizionali spagnoli, ma che si ispira allo stile tzigano dell’Europa centrale. Dopo un tipico inizio lento, la musica prosegue in maniera sempre più concitata, ricca di abbellimenti, cadenze, arpeggi e virtuosismi di ogni genere.

Kloudennas Qerimaj, nata nel 1995 a Tirana (Albania) in una famiglia di musicisti, ha cominciato lo studio del violino a 5 anni con il nonno. Ha studiato successivamente al Liceo Artistico “Jordan Misja” di Tirana e a 19 anni si è laureata in Violino all’Università delle Belle Arti della sua città. Ha vinto diversi primi premi e primi assoluti in competizioni nazionali ed internazionali a Tirana (Albania), Pristina (Kosovo) e Atene (Grecia). Ha suonato con la formazione orchestrale “Famiglia Qerimaj”, diretta da Fatos Qerimaj, con la quale ha svolto un’intensa attività concertistica (Vienna, Marsiglia, Angers, Helsinki, Dublino, Kuwait, Copenaghen, Istanbul, Berlino, Milano, Assisi, Torino, Roma, Ravenna, Catania, ecc.). Ha collaborato con varie orchestre: la CEI Youth Orchestra, l’Orchestra del Teatro Nazionale, l’Orchestra “Barocco” ed l’Orchestra “In sequence” di Tirana. Ha tenuto recitals in Albania, Kosovo, Grecia e Francia. Attualmente frequenta il Biennio Specialistico Interpretativo al Conservatorio “G. Tartini” di Trieste nella classe di Sinead Nava.

Kloudennas Qerimaj

Carolina Pérez Tedesco, pianista italo-argentina nata a Trieste nel 1990 in una famiglia di musicisti, ha iniziato lo studio del pianoforte all’età di sei anni. Ha conseguito i Diplomi Accademici di I e di II livello con il massimo dei voti e la lode, sotto la guida di Teresa Trevisan, presso il Conservatorio “G. Tartini” di Trieste. Parallelamente agli studi ha ricevuto diversi riconoscimenti in concorsi nazionali ed internazionali, ha studiato con Karl Barth al Konservatorium di Vienna e con Aquiles delle Vigne all’Accademia Musicale di Firenze, ai corsi estivi del Mozarteum di Salisburgo e a Parigi presso la Schola Cantorum ed il Conservatoire Rachmaninov. Preziosi sono stati i consigli di famosi maestri di cui ha frequentato delle master classes: J.P. Armengaud, F. Righini e R. Zadra, P. de Maria, R. Cominati, Tötterström, M. Baró Bo, A. Hewitt, R. Kinka, B. Pedrini, R. Smilkov, R. Clini, O. Kern, A. Cohen, W. Watzinger, R. Yovchev, B. Pötsch, T. Leopold, E. Aigner.

Ha studiato col Trio di Parma all’International Chamber Music Academy di Duino, in Duo con la violoncellista Cecilia Barucca Sebastiani e si è successivamente perfezionata sotto la guida di Brenno Ambrosini e Bernadetta Raatz. Approfondisce la sua formazione cameristica con Federica Repini.
Ha tenuto recitals solistici e cameristici in Italia, Slovenia, Belgio, Austria, Spagna, Perù e Argentina, e si è esibita da solista con orchestra in più occasioni, (tra cui con l’Orchestra Internazionale di Roma) ed ha all’attivo registrazioni per la casa discografica AudioArs. Ha svolto due periodi di tirocinio come pianista collaboratore a Salamanca (Spagna) e a Lubiana. Attualmente frequenta il Biennio di Maestro Collaboratore al Conservatorio “G. Tartini” di Trieste, sotto la guida di Patrizia Tirindelli, Fabrizio Del Bianco e Silvano Zabeo.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!