Pink Floyd Tribute a Casarsa con Atom Heart Mother

12 Marzo 2019

CASARSA. Atom Heart Mother, il quinto lp in studio dei Pink Floyd, quello che in copertina ritraeva una mucca, veniva pubblicato nell’ottobre del 1970. A distanza di quasi cinquant’anni l’Accademia Musicale Naonis ha pensato di riproporne l’esecuzione integrale. La serata evento è programmata per giovedì 14 marzo alle 20.45 al Teatro Pier Paolo Pasolini di Casarsa, all’interno del cartellone musicale del Circuito Ert.

Oltre all’Orchestra dell’Accademia Musicale Naonis, sul palco saliranno la Pink Size, tribute band dei Pink Floyd, e il Coro del Friuli Venezia Giulia diretto da Cristiano Dell’Oste. La direzione artistica del progetto è affidata al maestro Marco Bianchi, che ha curato anche arrangiamenti e adattamenti; la supervisione è firmata dal maestro Valter Sivilotti, direttore artistico dell’Accademia Naonis, mentre la direzione musicale è del maestro Alberto Pollesel.

Il progetto è frutto di un approfondito studio delle partiture ed è dedicato alla contaminazione fra rock, pop, musica sinfonica e composizioni inedite. La suite dei Pink Floyd, infatti, verrà preceduta dall’esecuzione di alcune composizioni originali di Marco Bianchi, Geremy Seravalla, Jody Bortoluzzi e dei Pink Size. La punta di diamante del concerto rimane, però, l’esecuzione integrale di Atom Heart Mother, le cui parti orchestrali furono scritte dal giovane compositore sperimentale Ron Geesin. Grazie al talento di Geesin, l’opera ha in sé tutti gli elementi musicali e culturali per fotografare un preciso istante dell’arte popolare della fine degli anni Sessanta: musica per film, musica concreta, registrazioni di atti quotidiani, musica per azioni sceniche, ballate post-Woodstock, tracce di Beatles, oltre alle influenze musicali dei secoli precedenti.
Quello che fu uno dei più grandi successi della band inglese viene eseguito a Casarsa con decimino di ottoni, violoncello solista, band elettronica e coro.

L’Accademia Musicale Naonis è stata fondata a Pordenone dal maestro Beniamino Gavasso nel 1998 ed è una tra le più rappresentative orchestre regionali. Composta da musicisti provenienti dal Friuli Venezia Giulia e dal Veneto, nel suo curriculum può vantare numerose collaborazioni con solisti e direttori di fama internazionale, quali Emil Saul, Enrico Bronzi, Claire Gibaaut, Federico Mondelci, Valter Sivilotti, Davide Pittis, Alberto Pollesel.

Il Coro del Friuli Venezia Giulia è nato nel 2001 e da allora ha effettuato oltre 300 produzioni tra prime assolute e concerti tenuti in tutta Italia ed Europa. Caratterizzato dalla gestione modulare del suo organico, il complesso può trasformarsi dal piccolo ensemble atto a interpretare meglio il repertorio rinascimentale e barocco fino ad arrivare al grande coro sinfonico. Collabora con rinomati interpreti della musica antica, classica, contemporanea, jazz, pop e numerose orchestre europee.

I Pink Size da diversi anni vengono considerati, nel panorama musicale del triveneto, una delle migliori tribute band dei Pink Floyd. Durante i loro show vengono riproposti fedelmente brani che storicamente abbracciano tutta la discografia del gruppo inglese, dalla “psichedelia” degli inizi, attraverso i grandi classici degli Anni ’70 per giungere infine a brani tratti dai loro ultimi lavori degli anni ’80 e ’90.

Biglietti: intero euro 10 / ridotto euro 8; informazioni presso la Biblioteca comunale di Casarsa 0434.873981/08 biblioteca@comune.casarsadelladelizia.pn.it e al sito www.ertfvg.it

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!