Tre musicisti rivisitano Porgy & Bess al Jazz Club del Verdi

11 Giugno 2019

PORDENONE. Si conclude la rassegna jazz che ha proposto sul palcoscenico del Teatro Verdi di Pordenone tre concerti immersi nell’atmosfera carica del fascino da jazz club. Tre serate di respiro internazionale – realizzate con la il sostegno di Peressini, main sponsor dell’evento – che hanno portato al Jazz Club del Verdi le novità jazz in ambito europeo, tra Italia, Grecia, Austria e Francia. Gran finale domani, mercoledì 12 giugno, alle 21 con il trio Porgy & Bess revisited di Nicolas Dautricourt al violino, Pascal Schumacher al vibrafono e Knut-Erik Sundquist al contrabbasso.

Il gruppo celebra l’incontro di tre personalità diverse, tre musicisti che hanno voluto condividere una grande e bella avventura. Un’avventura umana e artistica che, ai confini tra classica e jazz, tra musica scritta e improvvisazione, tra controllo e abbandono, è un omaggio di tre artisti dagli orizzonti differenti a una delle figure più rappresentative della storia della musica. L’opera “Porgy & Bess”, composta da Gershwin nel 1935 si colloca in una dimensione senza tempo dell’arte musicale: domandarsi quindi se appartiene a un mondo piuttosto che a un altro, alla classica o al jazz, sembra una questione fuori luogo. Porgy & Bess semplicemente ‘sta’ – e ‘starà’ per sempre – su una sorta di isola singolare. Con un pizzico di follia questi tre musicisti hanno ripreso questa partitura dando spazio a tutta la fantasia di cui essa già straripa. D’altro canto, con grande umiltà hanno rispettato lo spirito dell’opera: e dopotutto, il non perdere nulla della loro grandezza pur essendo rielaborati, manipolati, trasfigurati in infiniti modi, non è la caratteristica speciale dei grandi capolavori?

Info e biglietti per questa ultima serata con il grande jazz alla biglietteria del Verdi (0434 247624). Prima del concerto, dalle 19.30, apre il food club con degustazione food&jazz con prenotazione in biglietteria. www.comunalegiuseppeverdi.it

Condividi questo articolo!