Tre iniziative dell’Ute Sacile Ancora pochi posti disponibili

10 novembre 2018

Sebastiano del Piombo -Ritratto di Pier Luigi Farnese

SACILE. Novembre in compagnia dell’Ute di Sacile e Altolivenza per due uscite culturali programmate tra Veneto e Friuli: martedì 13 la meta sarà Treviso, per la mostra “Da Tiziano a Van Dyck: il volto del 500” allestita in Casa dei Carraresi con opere appartenenti ad un’importante collezione privata che invita alla scoperta della pittura veneta attraverso il genere del ritratto, da Giovanni Bellini all’ultimo Tiziano, e per illustrare la maniera delle grandi botteghe rinascimentali, manieriste e barocche. Il percorso, che sarà seguito grazie ad una visita guidata, metterà l’accento su alcune fra le maggiori personalità venete dell’epoca quali Giorgione e Tintoretto, le cui opere sono presentate accanto ai dipinti realizzati da artisti delle loro botteghe.

Nella stessa sede, sarà possibile accedere (su richiesta) anche alla godibilissima retrospettiva del grande fotografo franco-americano americano Elliott Erwitt dedicata ad uno dei suoi soggetti preferiti: i cani. L’esposizione dal titolo “I cani sono come gli umani, solo con più capelli” è curata da Marco Minuz, che accompagnerà il gruppo alla visione di questo nutrito corpus di opere (tutte in bianco e nero), scelte dagli anni Cinquanta fino ai giorni nostri per documentare la profondità e l’acutezza del lavoro fotografico di Erwitt su questo specifico tema. Le sue infatti sono tutte immagini realizzate “dal punto di vista dei cani” che, con il loro atteggiamento naturale e irriverente, fungono da perfetto contraltare alla pomposità ed alla ricercata compostezza dei loro padroni. La giornata sarà completata nel pomeriggio dalla visita (con piccolo laboratorio finale) ad un luogo molto particolare: la Tipoteca di Cornuda, museo e centro di formazione sulla storia della stampa, archivio di caratteri e macchinari, biblioteca e spazio multifunzionale.

Foto Elliott Erwitt

Secondo appuntamento sabato 17 novembre tra paesaggi, vigneti e cantine del Friuli, grazie anche alla presenza dei sommelier di BlackTai Antonello Truant e Stefano Zanolin, che già da qualche anno guidano specifici laboratori di formazione per l’Ute. Il mondo del vino, il lavoro degli enologi e le tradizioni dei vitigni regionali saranno il focus del programma: la mattinata sarà riservata alla Cantina Pittaro di Codroipo con annesso Museo del Vino, dove trovano posto più di 9.000 pezzi tra oggetti, stampe, fotografie ed un’importante collezione di vetri, da Venezia alla Boemia, legati all’ambito enologico; quindi nel pomeriggio trasferimento alla cantina I Magredi della famiglia Tombacco a Domanins. Visite, degustazioni, formazione al gusto e alla cultura del vino per una giornata di immersione tra le Grave e i Magredi.

Ambiente, paesaggio e tradizioni ancora al centro dei Corsi Ute con il Laboratorio sulla conoscenza dei funghi in avvio a Caneva, nella sala conferenze di Villa Frova lunedì 12 novembre alle 20.30. Grazie alla presenza e all’esperienza del Gruppo Micologico Sacilese, e al sostegno dell’Amministrazione comunale, l’Ute propone un percorso in quattro incontri per riconoscere caratteristiche, specificità, tossicità, conservazione dei funghi, oltre alle più importanti norme di riferimento per la loro raccolta oltre che per la salvaguardia dell’ambiente.

Posti ancora disponibili per tutte le attività (gite quasi in esaurimento) con iscrizioni alla Segreteria Ute di Sacile (da lunedì a giovedì ore 15 -18.30): tel. 0434 72226 – info@utesacile.it

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!