Teatri aperti: apre anche quello romano di Trieste

20 Ottobre 2016

TRIESTE. Sabato 22 ottobre la Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio del FVG assieme all’Istituto Comprensivo di Via Commerciale a Trieste ripeterà, in occasione della Giornata Nazionale dei “Teatri aperti”, la fortunata esperienza delle visite guidate drammatizzate fatte dagli studenti della Scuola secondaria di primo grado “G. Corsi” in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio, che hanno visto la presenza di più di 1000 visitatori.

La manifestazione risponde anche alla richiesta formulata dall’Assessore comunale all’Educazione, Scuola, Università e Ricerca, Angela Brandi, di assistere alle visite guidate drammatizzate. Un interesse legato alla gestione dei settori di propria competenza, ma che consente di aprire ad un colloquio più ampio tra la Soprintendenza e la nuova Amministrazione su un utilizzo diversificato del Teatro romano, il sito archeologico più significativo della città, anche in relazione allo sviluppo turistico di Trieste. Nel corso del 2017 la Soprintendenza, infatti, punterà alla riqualificazione culturale del Teatro operando su alcuni aspetti tecnici essenziali legati alla sicurezza del sito e migliorando l’accoglienza dei flussi turistici con soluzioni adatte anche alle persone diversamente abili. Obiettivo sarà rendere il Teatro un luogo frequentato e goduto dalla collettività e nello stesso tempo punto di partenza di un percorso turistico attraverso l’antica Tergeste fino al Colle di San Giusto.

Sarà affidato, come detto, all’entusiasmo e alla bravura degli studenti della scuola G. Corsi la presentazione del monumento e della sua storia attraverso delle inconsuete e accattivanti visite guidate drammatizzate che si svolgeranno alle ore 10.00 e alle ore 11.30. Per l’occasione i ragazzi vestiranno i panni dei tre grandi protagonisti che nei secoli hanno contribuito a realizzare il teatro romano, a riscoprirlo e valorizzarlo: il primopilo Quinto Petronio Modesto, l’architetto Pietro Nobile e l’archeologo Antonio Macchioro. Con l’accompagnamento di un coro su tre postazioni fisse, spiegheranno così in modo nuovo e coinvolgente il Teatro e le sue trasformazioni nel tempo, conducendo tutti i visitatori direttamente nella storia.

Questo evento nasce grazie alla proficua e continuata collaborazione fra la Scuola secondaria di primo grado G. Corsi e il Servizio Educativo della Soprintendenza. A partire dal 2015 tutte le classi dell’Istituto Comprensivo di via Commerciale di Trieste, dalla scuola dell’infanzia fino alla secondaria di primo grado, sono state coinvolte per rendere di nuovo il Teatro romano parte della vita cittadina. In questo secondo anno di attività prosegue quindi l’impegno dei ragazzi di conoscere e di promuovere, a loro volta, la conoscenza del Teatro romano: a seguito di corsi di formazione per gli insegnanti realizzati dal Servizio didattico della Soprintendenza, professori e alunni della Corsi hanno realizzato i testi e le scene delle visite guidate già alla loro terza edizione.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!