“Svelati” chiude domenica

26 Marzo 2019

PALMANOVA. C’è tempo fino a domenica per visitare, nella Polveriera Napoleonica di Contarda Garzoni a Palmanova, “Svelati”, una mostra che mette a confronto due artisti, Elena Clelia Budai e Carlo Stragapede, diversi nella loro ricerca espressiva eppure altrettanto compenetranti l’uno con l’altro nel declinare, con un proprio linguaggio artistico, la rappresentazione della donna. L’esposizione, ad ingresso gratuito, può essere visitata dal giovedì alla domenica (dalle 16 alle 19.30).

“A partire dal linguaggio espressivo presentato attraverso due diverse tecniche per valorizzare la figura femminile in tutti i suoi aspetti. Due artisti di indiscusso valore come Elena Clelia Budai e Carlo Stragapede sono accolti con gratitudine dalla Città di Palmanova per questa inedita esposizione”, commentano il Sindaco Francesco Martines e Simonetta Comand, assessore comunale con delega alle pari opportunità.

“Le opere esposte raffigurano le donne secondo canoni estetici classici, coltivate in un figurativo ricavato da una attenta lettura storico artistica, sono le opere neomanieriste di Carlo Stragapede. Figure e ritratti femminili Svelati, costruiti pittoricamente con perizia di particolari fisionomici, da far pensare ad una immagine fotografica. Le donne di Elena Clelia Budai sono invece Velate e nella plasticità delle composizioni si intravedono i volti, i corpi femminili plasmati dalla modulazione della materia polimerica. La trasformazione della plastica offre la possibilità all’artista di manipolare le superfici che danno vita a suggestive nuove forme di espressione estetica”, così Gabriella Del Frate, curatrice della mostra, nella sua introduzione.

Carlo Stragapede comincia nel 1990 la sua carriera artistica partecipando alle prime esposizioni d’Arte. A Udine viene inaugurata la sua prima personale presso la Galleria “Artesegno”, i dipinti sono pubblicati nel Catalogo Bolaffi. Successivamente espone ad Arte Fiera Bologna, Miart, Artissima e International Gift Fair a New York. Nel 2016 collabora con “Croatto 1901” ed espone a Baselworld per il gruppo Zenith brand Louis Vuitton. Nel 2017 realizza un progetto con la Fondazione Pietro Pittini.

Elena Clelia Budai ha iniziato nel 2000 riproducendo calchi materici di parti anatomiche per poi creare successivamente altorilievi e sculture in materiale polimerico. Nel 2012 è stata invitata ad esporre dal Consolato Italiano presso l’Archivio di Stato di Rijeka ed il Museo di Pisino. Con la Fondazione Mazzoleni di Alzano Lombardo ha esposto al JwMarriott a Venezia e Forte Village in Sardegna. Ha esposto presso Royal Arcade Gallery di Londra, al Just Cavalli Club a Milano, in sedi museali e gallerie a Trento, Bolzano, Stoccarda e Istanbul. Ha il suo studio artistico nella fortezza di Palmanova.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!